Politica

Se vi siete liberati di Conte e del populismo dovete ringraziare Renzi

Ecco perché dico che quando vedo quel 2,5% che gli danno i sondaggi mi piange il cuore, non per me o per Renzi, ma per gli italiani

Mar 21, 2021

Se vi siete liberati di Conte e del populismo dovete ringraziare Renzi

Mi è piaciuta moltissimo la conferenza stampa del Premier, Mario Draghi, tenuta l’altro ieri sera per spiegare le decisioni del Governo.

Finalmente non abbiamo visto la solita conferenza stampa populista dove si prometteva l’impossibile salvo poi non fare nulla.

Ancora oggi moltissimi italiani non hanno capito che se abbiamo Mario Draghi a governarci lo dobbiamo a una sola persona: Matteo Renzi.

Accusato a destra e a manca di aver provocato una crisi nel bel mezzo di una pandemia, oggi nessuno ha il coraggio di ammettere che se non avesse provocato quella crisi a quest’ora saremmo ancora a costruire primule e a sperperare soldi.

Che poi Renzi non sia il massimo della simpatia è un dato di fatto. È un difetto che ricorre molto spesso nelle persone pragmatiche, quelle che vanno dritto al punto. Come Mario Draghi.

Ma all’Italia non serviva un premier simpatico, all’Italia serviva un premier competente e che non facesse la politica dettata da Casalino.

Ieri ho visto l’intervento di Renzi all’Assemblea Nazionale di Italia Viva e mi spiace tantissimo che questa sera non possa partecipare all’incontro online sugli italiani all’estero, una materia che ho trattato per molti anni seguendo in particolare quelli detenuti o trattenuti all’estero. Finalmente qualcuno si prende a cuore questa piccola parte di Italia dimenticata.

A me spiace moltissimo che Renzi sia così sottostimato, perché è uno dei pochissimi politici veri che abbiamo in Italia. Il resto è una accozzaglia di sovranismo, populismo e ignoranza (e parlo anche della sinistra DEM).

Credevo anche in Calenda, ma ultimamente mi si è perso dietro a +Europa e mi è sceso di gradimento. Per chiarirci, non ho niente contro le idee di +Europa, anzi, ne condivido molte, ma la Bonino deve andare in pensione. La sopportavo poco prima, adesso non la posso vedere (magari è un difetto mio).

Tornando al punto della questione, vi siete resi conto che tutti i grandi cambiamenti politici avvenuti negli ultimi anni sono stati orchestrati da Matteo Renzi e solo da Matteo Renzi?

Prima ha impedito a Salvini di prendere “pieni poteri”, poi non ha permesso a Conte non solo di fare altrettanto, ma di gestire i miliardi europei alla maniera dei grillini, cioè sperperandoli. E quindi ha innescato l’ascesa di Mario Draghi.

Ecco perché dico che quando vedo quel 2,5% che gli danno i sondaggi mi piange il cuore, non per me o per Renzi, ma per gli italiani.

Politicamente non schierato. Voto chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia