Tag

grillo

Browsing

Spettabile presidente della Repubblica Giorgio Napolitano,

quasi tutto ci divide, tranne il fatto di essere italiani e la preoccupazione per il futuro della nostra Nazione. L’Italia è vicina al default, i titoli di Stato, l’ossigeno (meglio sarebbe dire l’anidride carbonica) che mantiene in vita la nostra economia, che permette di pagare pensioni e stipendi pubblici e di garantire i servizi essenziali, richiedono un interesse sempre più alto per essere venduti sui mercati […]

Come già detto in precedenza difficilmente ci interessiamo di politica italiana, ma quello che sta venendo fuori sul Movimento 5 Stelle dopo che alcuni deputati hanno lasciato il movimento e fondato Alternativa Libera è davvero interessante e merita di essere analizzato, soprattutto da chi nel M5S ci aveva veramente creduto perché tutte gli altarini di Grillo e Casaleggio stanno venendo a galla e non sono certo edificanti.

Solitamente non ci interessiamo di politica italiana lasciando questo oneroso compito a persone “più esperte di noi”. Questa volta vogliamo fare una eccezione per il Movimento 5 Stelle o M5S che dir si voglia perché riteniamo che quanto scritto sul suo blog dal deputato ex grillino ora al gruppo misto, Samuele Segoni, valga veramente la pena di essere analizzato per capire come ragionano Grillo e Casaleggio e come impongano i loro ragionamenti ai cosiddetti “cittadini” in Parlamento.

La strage commessa da estremisti islamici nella redazione di Charlie Hebdo è una cosa troppo grave per scherzarci su o per farne scempio con assurde teorie complottare, per questo avevamo deciso di lasciar correre sulle tante stupidate lette sui social media nelle ultime ore. Ma Grillo, non conoscendo i limiti delle umana decenza, è riuscito a smuovere anche la nostra ferma volontà di non commentare. Così abbiamo deciso di tranquillizzare il re dei cretini in merito alle “manine” che ci sono dietro all’attentato alla redazione di Charlie Hebdo.

antisemitismo

Non sono così vecchio da aver vissuto personalmente la folle ondata di antisemitismo che investì l’Europa negli anni trenta del secolo scorso e che portò alla Shoah, ma lo sono abbastanza per ricordare i racconti degli anziani e per dire che in Europa si sta andando esattamente nella stessa direzione in cui si andò in quegli anni oscuri che preparano lo sterminio degli ebrei.