Tag

pace medio oriente

Browsing

Tutti bravi a chiedere la pace in Medio Oriente, specie in occasione delle festività. Nella messa di mezzanotte a Betlemme l’hanno chiesa un po’ tutti tranne Abu Mazen, ipocrita come sempre a mostrare il suo faccione terrorista dentro una chiesa cattolica, giusto per farsi altre simpatie. L’ha chiesta con forza ieri anche Papa Francesco. La risposta dai palestinesi è arrivata a stretto giro di posta: una bambina israeliana di appena 11 anni rischia di morire perché qualche “buon palestinese” ha cercato di bruciarla viva insieme alla sua famiglia.

Se i palestinesi volessero veramente la pace l’avrebbero avuta oltre 60 anni fa quando venne stabilita la nascita dello Stato Ebraico di Israele e quella di uno Stato palestinese. Se i palestinesi volessero veramente la pace avrebbero attuato gli accordi di Oslo che concedevano loro tutte le richieste avanzate. Se i palestinesi volessero veramente la pace quando Israele restituì la Striscia di Gaza piena di serre e opportunità non l’avrebbero trasformata in un califfato islamico dal quale lanciare attacchi contro i civili israeliani. Ma soprattutto, se i palestinesi volessero veramente la pace non chiederebbero a Israele di trattare con Hamas, un gruppo terrorista che ha nel suo statuto l’obbiettivo di distruggere Israele e di creare la “grande Palestina”.

La guerra non piace a nessuno tranne a chi ne fa un business. Israele non trae nessun vantaggio dalla guerra a Gaza, anzi, le perdite in termini finanziari sono enormi a partire dai costi della difesa a quelli dei mancati introiti derivanti dal mercato turistico (l’ultimo colpo quello della cancellazione dei voli verso Israele da parte delle compagnie aeree USA e UE). Per non parlare poi dei costi in termini di vite umane.

Obama Discusses NSA Issues at Justice DepartmentIl Presidente degli Stati Uniti era considerato l’uomo più potente del mondo, almeno fino a quando non è arrivato Obama che ha demolito questo mito con una serie di decisioni che chiamare errate sarebbe puro eufemismo. Tuttavia rimane certamente uno degli uomini più potenti del mondo e quando parla non lo può fare aprendo la bocca e dandogli aria perché le parole di Obama, sebbene ormai sputtanato, hanno un peso non indifferente.