Tag

mubarak

Browsing

Oggi è arrivata la notizia che il Tribunale Penale del Cairo ha assolto Hosni Mubarak, il suo ministro degli Interni, Habib al-Adly, e altri sei ex funzionari della sicurezza dalle accuse di aver ucciso i manifestanti durante la rivolta del 2011. Mubarak e l’uomo d’affari, Hussein Salem, sono stai assolti anche dalla accusa di corruzione per aver favorito un accordo sulla fornitura di gas a Israele.

C’è da rabbrividire a sentir parlare certi personaggi politici e una buona parte del giornalismo di sinistra e di destra. La locuzione più usata (abusata) per definire le rivolte che infiammano il mondo arabo è: “primavera democratica del mondo arabo”. Beh, dopo qualche mese da quella rivolta che aveva dato il via alla cosiddetta “primavera democratica”, cioè quella tunisina, non vedo davvero dove si possa scorgere questa primavera democratica.

In questi giorni in cui l’Egitto è sull’orlo di una vera e propria rivoluzione c’è da chiedersi dove, questa rivoluzione, porterà il paese dei Faraoni. Un ragionamento ottimistico vorrebbe che dopo Mubarak l’Egitto si trasformi in una democrazia compiuta. Purtroppo non è così facile, anzi, c’è la seria possibilità che si trasformi nell’ennesimo Stato islamico teocratico con ripercussioni a livello internazionale drammatiche.