La Fratellanza Musulmana ci riprova e questa volta lo fa in Sudan, uno dei Paesi arabi (africani) più grandi e che più si presta ad infiltrazioni esterne. Per fortuna che non gli è andata bene (per ora)

Passi avanti al vertice Europa-Africa sulla gestione del fenomeno migratorio, ma non basta. Non servono soluzioni d’emergenza e quindi temporanee, servono invece piani di sviluppo a lungo termine per creare le situazioni necessarie affinché si creino le condizioni volte a limitare strutturalmente il fenomeno migratorio altrimenti tra un po’ di tempo saremo di nuovo da capo