Blog Politica

Le dichiarazioni di Casalino violano l’art. 336 del Codice Penale

Set 23, 2018

Le dichiarazioni di Casalino violano l’art. 336 del Codice Penale

254 Condivisioni

Le dichiarazioni di Rocco Casalino nelle quali il “portavoce del portavoce” del governo giallo-verde minaccia ritorsioni sui dirigenti del MEF nel caso non facciano come vuole il Movimento 5 Stelle, violano in maniera palese l’art. 336 del Codice Penale e per questo la Procura di Roma dovrebbe aprire un fascicolo a suo nome.

Cosa dice l’art. 336 del Codice Penale?

L’art. 336 del Codice Penale. Violenza o minaccia a pubblico ufficiale, sostiene che:

“Chiunque usa violenza o minaccia a un pubblico ufficiale [c.p. 357] o ad un incaricato di un pubblico servizio [c.p. 358], per costringerlo a fare un atto contrario ai propri doveri, o ad omettere un atto dell’ufficio o del servizio, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni [c.p. 29, 32; c.p.p. 7]”

Ora, sembra impossibile che nessuno alla Procura di Roma abbia pensato che quella registrazione è palesemente una minaccia a un pubblico ufficiale dato che questo sono i dirigenti del MEF. Come sembra impossibile che il M5S difenda Casalino dopo che per anni ci hanno riempito la testa e rotto i cosiddetti con il loro giustizialismo intransigente.

Ma evidentemente il giustizialismo del M5S vale solo per i politici degli altri schieramenti e non per i loro come appunto Rocco Casalino.

254 Condivisioni

Politicamente non schierato. Voto chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia