Tag

guerra in sudan

Browsing

La situazione in Sud Sudan è in continua evoluzione e purtroppo molto spesso in senso negativo. La grande quantità di armi illegali che continua a circolare nella regione, gli scontri tribali e i numerosi gruppi ribelli presenti nell’area o nelle regioni confinanti, primo tra tutti quello ugandese del Lord’s Resistence Army (LRA) di stanza in Congo, minano seriamente il cammino verso la stabilizzazione della regione e potrebbero seriamente compromettere il prossimo referendum per l’autodeterminazione.

A parlare per primo di lungo tunnel oscuro (un collo di bottiglia nel lungo tunnel oscuro) riferendosi alle prossime elezioni in Sudan, è stato Hala Alkarib, sudanese e noto attivista dei Diritti Umani oltre che scrittore di diversi libri sul Sudan e sul Corno d’Africa, ma in questi giorni è la frase ricorrente che si sente pronunciare da tutti gli attori delle prossime elezioni sudanesi che si terranno tra pochi giorni, dall’11 al 13 aprile.

Che Joseph Kony, capo del Lord’s Resistence Army (Lra), e Al Bashir, presidente dittatore del Sudan, fossero in combutta da almeno 20 anni lo sanno tutti, che i due sono ricercati dal Tribunale Penale Internazionale (TPI) per crimini di guerra è un’altra notizia nota, ma che si accordassero per boicottare la secessione del Sud Sudan in un momento in cui tutto il mondo guarda a quanto avviene nella regione meridionale sudanese è davvero troppo.