Essere filo-palestinesi è legittimo purché si voglia veramente il bene dei palestinesi e non che sia un modo di mascherare il proprio antisemitismo

L’equazione che vuole i filo-palestinesi essere automaticamente anche anti-israeliani è un dato di fatto acquisito. Eppure chi veramente vuole bene ai palestinesi non dovrebbe affatto essere anti-israeliano, anzi, dovrebbe guardare come funziona Israele e prenderne esempio per poi trasferirlo sui palestinesi e su quello stato indipendente che loro sognano.

Chi vuole bene ai palestinesi dovrebbe prendersela con i dirigenti della Autorità Palestinese (AP), dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP), se la dovrebbe prendere con Hamas che sta affamando milioni di persone a Gaza. Perché prendersela con Israele che fornisce energia, telecomunicazioni, sanità ecc. ecc. a Giudea e Samaria e persino aiuti umanitari a Gaza?

Senza considerare che negli ultimi 7 anni, i palestinesi hanno ricevuto aiuti esteri per 16,2 miliardi di $. Si stima che il 90 – 95% di questo denaro sia stato rubato o deviato verso gruppi terroristici.

Chi vuole bene ai palestinesi dovrebbe chiedersi come mai una entità che ha ricevuto decine e decine di miliardi di dollari da tutto il mondo per il suo sviluppo, sia ancora una società sottosviluppata e dipendente dagli altri mentre i suoi capi hanno conti miliardari in Svizzera e nei paradisi fiscali. E dovrebbe ragionare sul perché di tutto questo senza partire lancia in resta ad accusare Israele.

Filo-palestinesi o anti-israeliani?

E allora se mi permettete io vorrei uscire da questa logica che vuole i filo-palestinesi essere automaticamente anti-israeliani. Se si è veramente filo-palestinesi non si dovrebbe essere anti-israeliani. Se si è anti-israeliani non si è quindi filo-palestinesi ma si è solo antisemiti. Non è il benessere che si vuole per i palestinesi a spingere queste persone a sostenerli, ma è l’odio verso Israele e verso gli ebrei.

A questi personaggi dei palestinesi non importa nulla. Li avete mai sentiti dire qualcosa contro Hamas, o contro Abu Mazen che, come fece il suo predecessore Arafat, si è riempito le tasche di denaro mentre in Giudea e Samaria e a Gaza vanno avanti grazie a quello che gli viene donato? Avete mai sentito chi si professa filo-palestinese dire qualcosa contro gli anni di dittatura di Hamas a Gaza? NO? Tranquilli, c’è una ragione: non sono filo-palestinesi, sono solo antisemiti.