Il ruggito del coniglio: il bluff del nuovo jet da combattimento iraniano

Se le minacce dell’Iran fossero come gli annunci di nuovi jet da combattimento di nuova generazione, potremmo dormire sonni tranquilli.

Durante la Giornata dell’Industria della Difesa Nazionale, annunciata lo scorso fine settimana, è stato presentato quello che sarebbe dovuto essere il nuovo caccia di nuova generazione made in Iran: il Kowsar. Niente più che un F-5F Tiger biposto che l’Iran acquistò negli anni settanta prima della rivoluzione.

Secondo alcuni analisti il “nuovo aereo” potrebbe essere un banco prova per sistemi prodotti in Iran, che hanno già aggiornato gli F-5 con il nome di Azarakhsh e Saeqeh. Bisogna capire se si tratta di un aereo costruito nuovo, cioè se l’Iran sia stato in grado di “copiare” gli F-5 e avere una propria catena di montaggio, oppure se si tratta di esemplari già in servizio.

Recentemente la Guardia Rivoluzionaria ha introdotto in servizio (vecchi) aerei da attacco russi Sukhoi Su-22 “Fitter” in dieci esemplari, capaci di portare armamento modificato dalla propria industria, come una bomba a guida laser sulla base del missile americano aria-superfice “Maverick”, il quale fu acquistato negli anni settanta proprio con gli F-5 Tiger. Chi si aspettava novità è rimasto deluso dalla solita minestra riscaldata.

Trump si rimangia le promesse?: «Israele dovrà pagare un alto prezzo per Gerusalemme»

Israele dovrà pagare un alto prezzo nei negoziati con l’Autorità Palestinese in cambio del trasferimento dell’ambasciata USA a…

You May Also Like