Blog, Opinioni

La fortuna di essere nati dalla parte giusta del mondo

Il bello di essere nati dalla parte giusta del mondo

Desolante constatare come certa gente pur di denigrare le Organizzazioni Non Governative si inventi di tutto, anche stipendi da favola del tutto inventati

Ho visto purtroppo che nemmeno una tragedia come quella dell’areo caduto in Etiopia riesce a calmare i leoni da tastiera che ce l’hanno con le ONG a prescindere da quello che facciano, dove lo facciano e come lo facciano.

Oggi è passato il mantra che tutte le ONG sono da chiudere, tutte le ONG vanno condannate a prescindere, tutte le ONG sono figlie di Soros, tutte le ONG vogliono riempirci di immigrati e che, naturalmente per soldi, favoriscono quella che i cretinetti chiamano “invasione”.

Così succede che quando si viene a sapere che in quell’aereo caduto in Etiopia molti dei morti, tra i quali otto italiani, facevano parte del mondo delle ONG o comunque di quel vasto mondo che si occupa di aiuti umanitari, i soliti leoni da tastiera si sono letteralmente scatenati.

Meme assurdi come quello in cui si affermava, senza possibilità di smentita e senza alcuna fonte di riferimento, che un “volontario” guadagnava 10.000 euro al mese ecc. ecc. meme falsissimi che però vengono condivisi migliaia e migliaia di volte contribuendo ad alimentare odio verso persone onestissime che fanno un onestissimo lavoro per di più difficile e in condizioni non sempre di sicurezza.

Ma che fortuna essere nati dalla parte giusta del mondo, si ha pure il tempo di scrivere sciocchezze con il solo fine di colpire una intera categoria di persone perbene che hanno l’unico difetto di andare ad aiutare chi ne ha bisogno a casa loro.

Che poi, nella maggioranza dei casi, quelli che attaccano le ONG sono gli stessi che sostengono che non bisogna accettare gli immigrati ma che occorre aiutarli a casa loro. Cercassero almeno di collegare il cervello, ammesso che ne abbiano uno.

Quello che sta accadendo contro le ONG (Organizzazioni Non Governative) è qualcosa di inaudito e ingiustificabile.

Nessuno dice che non ci siano organizzazioni con scopi diversi da quello umanitario, che non ci siano “pecore nere”, ma così è una caccia alle streghe, una demonizzazione generalizzata che non ha alcuna base di verità. E infatti per promuoverla devono ricorrere a balle colossali come quella vista sopra.

Che fortuna essere nati dalla parte giusta del mondo dove si ha così tanta libertà da poter scrivere queste stupidate senza nemmeno conoscere la differenza che c’è tra un volontario e un cooperante, tra un cooperante e un capo progetto, tra assistenza e sviluppo, tra progetti di emergenza e progetti a lungo termine. Forse alla fine siamo noi che abbiamo bisogno di essere aiutati a casa nostra.