Blog Opinioni

Io non sono antisemita, sono loro che sono ebrei

Povera Mogherini, a leggere i commenti suoi social network si direbbe che sia l’ennesima antisemita messa alla guida della diplomazia europea. Ma non è mica così!!

Vedete, per capire veramente il pensiero della Mogherini dovete fare un salto indietro nel tempo, quando Giobbe Covatta coniò il detto “io non sono razzista, sono loro che sono napoletani”. Ecco, tutto questo putiferio in Medio Oriente non ci sarebbe se non ci fossero gli israeliani ebrei.

Mi spiego meglio, Israele ci potrebbe pure stare, ma non gli ebrei. Per andare bene Israele dovrebbe essere araba e non guidata e popolata da questi ebrei noiosi e fastidiosi che poco poco controllano il mondo. Ecco, se Israele fosse araba (e magari anche musulmana) il Medio Oriente sarebbe un posto migliore.

Certo, ci sarebbe sempre Assad che martirizza 160.000 persone, ci sarebbero gli Hezbollah che vorrebbero controllare il Libano, Hamas che la farebbe da padrona e gli iraniani che si vogliono fare la bomba atomica. E poi ultimamente ci sarebbero anche quei simpaticoni del ISIS che però non sono poi così cattivi, ammazzano solo chi non la pensa come loro, prendono le donne come schiave (ma sono cristiane o Yazide, che volete che sia) e ogni tanto fanno qualche esecuzione di massa. Ma sono bazzecole in confronto al problema di avere una democrazia in mezzo a tutto questo paradiso, per di più una democrazia ebraica.

Capite che è un problema. Israele ebraico, per di più pure democratico, rovina il quadro, rovina il business, rovina pure il panorama. Dai, non è concepibile.

Quindi fatemi il favore di smetterla di dire che la Mogherini e chi la pensa come lei siano antisemiti. Non lo sono. Sono gli israeliani che sono ebrei. Se gli israeliani fossero arabi e musulmani sarebbe tutto a posto. Pensate, non esisterebbe nemmeno la parola “antisemitismo”.