Mentre tutto il mondo continua a condannare la durissima repressione da parte del regime iraniano della dissidenza, mentre si sprecano le condanne per le continue esecuzioni in Iran, la Gran Bretagna continua a estradare i dissidenti iraniani ben sapendo cosa li aspetta.

L’ultimo episodio è quello di Bita Ghaedi , una ragazza iraniana di 34 anni richiedente asilo in Gran Bretagna che, si è saputo solo ieri, sta per essere deportata in Iran. Anzi, se non fosse per la cancellazione dei voli a causa della nube vulcanica, sarebbe stata deportata ieri.

Bita Ghaedi in Iran rischia la pena di morte per aver partecipato attivamente alla campagna contro il regime dittatoriale iraniano. I suoi famigliari in Iran hanno subito carcerazioni arbitrarie e torture. Ora la Gran Bretagna vuole estradare questa ragazza ben sapendo a cosa andrà incontro.

Secondo Protocollo chiede al Governo del Regno Unito di fermare immediatamente la deportazione di Bita Ghaedi. Chiede al Governo Italiano, nel caso quello del Regno Unito non accolga la nostra richiesta, di concedere asilo politico a Bita Ghaedi per gravi motivi politici e per ragioni umanitarie. Chiede all’Unione Europea di intervenire sulla Gran Bretagna che continua a deportare i dissidenti iraniani senza considerare i rischi che essi corrono tornando forzatamente in Iran.

Fine comunicato