Caro Marco, ricordi quando i maligni anti-radicali dicevano che Capezzone era la tua controfigura, che usava le tue stesse parole e atteggiamenti? Ti ricordi quando lo definivano “la macchietta di Pannella”. Ora sei tu a rischiare, seriamente, di diventare la controfigura di Capezzone.

Ho cercato di capire le ragioni (le tue ragioni) che ti spingono nelle braccia di Berlusconi, ma onestamente non ne vedo né di politiche né di umane, tantomeno di opportunità per i radicali. Dici che quelli del PD non ti hanno mai chiamato, che le TV ti hanno oscurato, che i giornali non parlano di te e dei radicali. Dici che invece con Berlusconi tutto cambierà e che se appoggerà le tue battaglie tu appoggerai lui. Insomma, fai come i bambini che incolpano sempre l’altro di aver rubato la marmellata invece di guardarsi le mani e la bocca sporca di quella stessa marmellata. Incolpi gli altri di colpe politiche e di scelte mediatiche di cui l’unico responsabile sei tu e coloro che ti stanno attorno, i cosiddetti consiglieri.

Hai portato il Partito Radicale ai minimi storici (quasi alla scomparsa) senza che nessuno, come avviene in qualsiasi altro partito, abbia avuto il coraggio di metterti di fronte alle tue responsabilità e ti abbia chiesto, com’era giusto, di farti da parte.  Proprio tu che tanto hai dato al Partito Radicale, alle lotte per i Diritti e per tanto altro, quando si è trattato di fare l’estremo sacrificio ti sei tirato indietro. Sembra quasi che tu voglia vivere di rendita invece di guardare avanti.

Personalmente credo che sia arrivato il momento che tu ti faccia da parte e che lasci il tuo posto ai giovani e alle giovani del partito. Il rischio, concreto, è che questa volta davvero i radicali spariscano per sempre. Renzi direbbe che occorre fare una sana rottamazione. Arrivare poi a pensare di fare “un patto con il diavolo” (parole di un compagno radicale come Della Vedova) come hai ventilato tu nei giorni scorsi è un rischio gravissimo che (tu) vuoi far correre al Paese prima ancora che al Partito. Se questo deve essere il tuo “canto del cigno”, meglio che lasci perdere. Rischi davvero di finire per passare come la controfigura di Capezzone e sarebbe la fine ingloriosa di una grande storia politica. Non ti meriti questo.

Con stima e amicizia

Franco Londei

4 COMMENTS

  1. difficile non essere d’accordo con te Franco. Siamo al crepuscolo di un mito che rischia di scomparire nel peggiore dei modi

  2. Il problema è che rischia di tirarsi dietro tutti i radicali. E poi non vedo come la Bonino possa accettare una cosa del genere

  3. Caro Pannella, se vuoi suicidarti padrone di farlo ma non portare con te anche chi ti ha
    sempre sostenuto e che con te ha lottato per migliorare questo paese. Appoggiare il
    Kaimano sarebbe catastrofico per te il tuo partito e per gli italiani. Rifletti prima di fare
    questo gesto, sarebbe indegno per te.

Comments are closed.