anna frank

Ieri l’odio antisemita ha toccato quello che credo sia uno dei punti più bassi della sua pur odiosa storia. Il gruppo olandese che propone il boicottaggio di Israele ha violato l’inviolabile, ha violato la memoria di una delle vittime storiche dell’olocausto ebraico: Anna Frank.

Il gruppo BDS Amsterdam ha preso una immagine di Anna Frank, gli ha messo al collo una kefiah palestinese usando Photoshop e sfrutta la sua immagine in maniera del tutto disgustosa per promuovere il boicottaggio di Israele. E’ una forma di violenza davvero schifosa che non ha niente di paragonabile. Persino il sinistro Haaretz lo ha definito disgustoso.

Siamo arrivati a un punto dell’odio verso Israele che non si guarda più in faccia niente e nessuno e credo che sia arrivato il momento di introdurre a livello europeo delle norme punitive serie e concrete per questo tipo di episodi davvero schifosi, specie dopo gli ultimi allarmanti rapporti sull’antisemitismo in Europa.

Intanto invito più persone possibili a scrivere sulla pagina Twitter del gruppo BDS Amsterdam per esprimere lo schifo che fanno e a segnalare a Twitter l’episodio altamente offensivo e antisemita. Per ora questo è l’unico modo di reagire. Ma occorrerà davvero pensare a qualcosa di concreto.