Senza categoria

Pakistan: salvate la piccola Rimsha dagli estremisti islamici. Firmate la petizione

Questo è un messaggio da Misrek Masih, di Islamabad, Pakistan, il padre della piccola Rimsha che gli estremisti islamici vogliono condannare a morte perché accusata di blasfemia ma, soprattutto, perché cristiana. Vi preghiamo di firmare la petizione che è già arrivata a oltre 920.000 firme.
La scorsa settimana una folla inferocita ha minacciato di bruciare viva mia figlia, e tra 24 ore un giudice deciderà se potrà tornare in libertà o restare in carcere. Rimsha è una minore che soffre di ritardo mentale e spesso non controlla le sue azioni. Nonostante ciò la polizia locale in Pakistan l’accusa di aver dissacrato il Corano, e abbiamo paura per la sua vita.

Adesso è rinchiusa in un carcere di massima sicurezza, e tra qualche ora siederà in un tribunale che sulla base delle leggi del Pakistan contro la blasfemia potrebbe condannarla a morte Siamo una povera famiglia cristiana che assiste alla furia della folla sul caso di mia figlia, e molte altre famiglie hanno affrontato simili intimidazioni che le hanno costrette a fuggire o a vivere nella paura. Mal’attenzione internazionale sul caso di Rimsha ha dato forza ai leader musulmani in Pakistan per pronunciarsi contro questa ingiustizia e costretto il Presidente Zardari a considerare il caso.

Vi prego di aiutarmi a tenere viva la protesta mondiale sul caso di mia figlia. Vi chiedo di firmare la mia petizione al Presidente Zardari per salvare Rimsha e chiedere che la nostra e le altre famiglie appartenenti alle minoranze in pericolo siano protette. Avaaz farà arrivare questa campagna ai media locali e internazionali, che qui sono seguiti con grande attenzione da tutti i politici.

[button link=”http://www.avaaz.org/it/pakistan_save_my_daughter/?fjbDJbb&pv=23″ style=”alert” window=”yes”]Firma la petizione[/button]