Blog

Stati Uniti: bloccato di nuovo il finanziamento a Iron Dome

Ott 5, 2021

Stati Uniti: bloccato di nuovo il finanziamento a Iron Dome

I Democratici americani, che qualcuno chiama erroneamente “progressisti”, hanno di nuovo bloccato il finanziamento pari a un miliardo di dollari, destinato a Iron Dome, il sistema di difesa israeliano che tante vite ha salvato.

A bloccare al Senato la legge che promulga il prezioso finanziamento è stato il senatore repubblicano Rand Paul.

Il presidente della commissione per le relazioni estere del Senato, il democratico Bob Menendez, aveva presentato al senato il disegno di legge sul finanziamento a Iron Dome per essere approvato all’unanimità dopo che la Camera aveva votato a stragrande maggioranza per far avanzare la legislazione all’inizio di questo mese. Approvare il disegno di legge all’unanimità ne avrebbe accelerato l’approvazione, evitando un dibattito e una votazione più formale sulla questione.

Il senatore Democratico ha proposto un suo disegno di legge diverso da quello proposto sa Menendez volto ad accelerare il finanziamento, un disegno di legge il quale prevedeva che il denaro provenisse dai sei miliardi di dollari destinati all’Afghanistan.

Menendez ha rifiutato generando così il blocco del disegno di legge che comunque passerà ugualmente, ma con tempi decisamente più lunghi e comunque non prima del 18 ottobre.

Una volta che il disegno di legge sarà approvato dal Senato, sarà portato al presidente degli Stati Uniti Joe Biden per la firma. Il presidente ha già promesso di approvare il finanziamento.

Rivolgendosi al Senato dopo aver presentato la risoluzione per il consenso unanime, Menendez ha affermato: «non c’è motivo concepibile per cui qualcuno in questa camera su entrambi i lati della navata dovrebbe ostacolare il sostegno degli Stati Uniti affinché questo sistema di difesa salvavita sia completamente pronto per il prossimo attacco».

«L’unico motivo per cui il disegno di legge è trattenuto in questo organismo è a causa dell’emendamento di Rand Paul. Questo è un sistema difensivo per la sicurezza della vita costruito su anni di cooperazione con il nostro alleato Israele. Sono deluso che siamo in questa situazione», ha aggiunto.

L’American Israel Public Affairs Committee si è schierato contro il senatore repubblicano del Kentucky, twittando che si era «unito” ai rappresentanti della Camera Alexandria Ocasio-Cortez, Ilhan Omar, Rashida Tlaib e Thomas Massie nel non sostenere i finanziamenti di emergenza per Iron Dome».

«Le loro obiezioni al finanziamento di Iron Dome minano la sicurezza di Israele, costano vite innocenti, rendono più probabile la guerra e incoraggiano i terroristi sostenuti dall’Iran», ha aggiunto l’AIPAC.

La redazione di Rights Reporter che scrive volontariamente non appena possibile per proseguire il progetto di RR