Franco Londei

Politicamente non schierato. Sostengo chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia

Post navigation

2 Comments

  • Concordo con l’articolo di Londei.
    Ciò che mi domando è se i sostenitori di certe tesi strampalate siano davvero così cretini oppure che facciano finta di esserlo.
    Ho notato che su questi temi -Israele, Arabi ecc.- l’ignoranza è spesso paradossalmente correlata con un più alto livello di istruzione.
    Alcuni anni fa una ricerca sociologica dell’università di Genova ha rilevato che la leggenda metropolitana che esistesse uno stato nazionale palestinese nei territori dove è sorto Israele è maggiormente diffusa tra i laureati italiani che tra i possessori della semplice licenza elementare: 56% contro 41%.
    Entrambe le percentuali sarebbero preoccupanti, ma lo è soprattutto la loro distribuzione.
    Per di più uno dei problemi fondamentali della nostra epoca può essere riassunto dalla domanda di come si possa permettere che delle culture arcaiche come l’Islam possano innestarsi e crescere in tutta libertà nel tessuto di società che hanno avuto una certa evoluzione.
    E’ chiaro che queste forme arcaiche, che sociologicamente esistono come comunità, rappresentano dei pericolosi trombi nel nostro sistema sociale, tale da potervi causare una serie di ictus.
    Per di più con la compiacenza di un numero non trascurabile di deficienti di produzione nostrana.

    • la mia risposta – assolutamente senza pretese- al suo quesito che è in effetti un quesito chiave è la seguente: un mix di ignoranza e soggezione al mondo arabo-islamico (a sua volta spiegabile nella diffusione di un’ideologia terzomondista e antioccidentale, per dirla molto sbrigativamente). Nella stupidità non credo, non c’è nessuna buona fede, ingenuità o idiozia.

Comments are closed.

back to top