gino-strada-rosa-schiano-jihad

Questa mattina ho visto su RAI News 24 una intervista a Gino Strada nella quale il fondatore di Emergency criticava giustamente tutte le guerre e dove sosteneva che con i soldi spesi in Afghanistan per combattere i talebani di potrebbero costruire centinaia di ospedali e scuole.

Il concetto espresso da Gino Strada è più che corretto e condivisibile, il mondo sarebbe decisamente migliore se regnasse la pace, se la gente potesse curarsi in ospedali attrezzati e i bambini e le bambine potessero andare a scuola. Purtroppo però in questo mondo ci sono i talebani o quelli che come loro non apprezzano tanto gli ospedali e tantomeno le scuole dove i bambini e, soprattutto, le bambine si possono istruire e dove possano capire quanto malato sia il mondo estremista islamico.

E allora le parole di Gino Strada, che non è certo uno stupido e che queste cose le conosce benissimo, assumono la forma inconfondibile dell’ipocrisia, della propaganda finalizzata ad altre cose, ad altri interessi. Gino Strada lo sa benissimo che fino a quando ci saranno i talebani le bambine in Afghanistan non potranno andare a scuola, sa benissimo che le donne non si possono far curare da dottori uomini nemmeno se stanno per morire. Gino Strada parla di pace ma si accorda con Omar Al-Bashir, uomo ricercato dal Tribunale Penale Internazionale per crimini contro l’umanità, per costruire un ospedale alle porte di Khartoum. Gino Strada parla di costruire scuole in Afghanistan pur sapendo che con i talebani tutto questo sarebbe impossibile. Quella di Gino Strada allora non è pace, è semplicemente un modo di adeguarsi alle imposizioni violente degli altri per altri fini e per far questo non esita a venire a compromessi con i peggiori assassini e genocidi della terra. Quindi, di che tipo di pace parla Gino Strada?

E’ un po’ la stessa cosa che sta facendo Rosa Schiano a Gaza. Quella che viene impropriamente definita l’erede di Vittorio Arrigoni (impropriamente perché per quanto uno potesse non essere d’accordo con le sue idee, Vittorio Arrigoni non era uno stupido e sapeva quello che faceva), un’altra che parla di pace e si riempie la bocca con i Diritti Umani e poi va  braccetto con Hamas e la Jihad Islamica. E’ come se Hannibal Lecter rilasciasse una intervista dove condanna il cannibalismo.

Io queste “icone della pace” le capisco poco e capisco ancora meno quelli che pendono dalle loro labbra. C’è una ipocrisia di fondo in quello che dicono perché non collima, anzi collide, con quello che poi fanno nella vita di tutti i giorni. Tutti sono capaci di dire che ci vorrebbe la pace, che i Diritti Umani sono fondamentali ovunque, chi non sarebbe d’accordo? Ma non si ottiene la pace e il rispetto dei Diritti Umani facendo accordi con gli assassini e i terroristi. L’unica cosa che si ottiene è il loro permesso a praticare nelle aree di loro competenze e alle loro condizioni. Se vuoi veramente la pace questa gente la devi rendere innocua e non lo puoi fare certo con gli accordi sottobanco.

22 Comments

  1. Gastone

    Una cosa che i Musulmani non faranno mai…E’ quella di rigare le carrozzerie delle auto dei Pacifisti…Sarebbe la fine dell’islam!! Questo e’ quello che penso della bonta’ Umana.-

  2. Nicolò

    Buongiorno. Non ha spiegato come, a parer suo, si possa rendere “questa gente” innocua?

    • non certo con i fiorellini o assecondando le loro barbarie. Non sto dicendo di fare la guerra a tutti, ma nemmeno accordarsi con loro. La pace, da che mondo è mondo, non si è mai fatta assecondando o difendendo i terroristi e i dittatori. Bisogna avere il coraggio di imporla con le armi, in maniera decisa e definitiva. L’Afghanistan e l’Iraq sono due esempi di operazioni disastrose, costosissime sia in termini di vite umane che economiche. Un buon esempio invece sembra essere il Mali

  3. Mi perdoni se esprimo un concetto forte con parole poco piacevoli,ma non posso fare a meno di condannare lo status di ignoranza che portano le sue affermazioni…..e’ evidentemente una persona molto ignorante a riguardo di quello che e’ lo scopo di persone che dovrebbe nominare solo con rispetto,se non con ammirazione…..probabilmente lei.e’ l’ennesimo venditore di opinioni create dalla rai e da mediaset,un accanito sostenitore del nulla…..per me e’ piu ipocrita una persona come lei di chi mette in gioco la propria vita per aiutare chi e’ vittima…da una parte e dall altra….le ricordo che emergency e’ presente in italia ed offre gratuitamente cure anche ai suoi.compaesani con difficolta’ economiche…..studi a fondo.cio di cui vuol parlare,ed interroghi la sua coscienza di uomo prima di infangare persone che hanno fatto scelte se non condivisibili,atte.cmq a migliorare la condizione umana della parte piu abusata del mondo.buon proseguimento

    • Lo scopo di base di Strada è senza dubbio nobile (non certo quełlo della schiano) quełlo che io contesto è il metodo. Accordarsi e difendere Bashir quando non i talebani e poi andare a fare la morale sulla pace per me è ipocrisia, al di là delle buone intenzioni

  4. Alessio

    Da quello che scrive, dimostra notevole ignoranza sull’argomento, prima di dare giudizi su persone e scrivere su temi così importanti e delicati le consiglio di informarsi, perché se lei è un giornalista di professione, e qui mi viene qualche dubbio, ha una grande responsabilità, che è quella dell’informazione. Detto ciò nessuno dei due è ipocrita, come lei li hai definiti,anzi a mio parere sono due grandi persone che cercano di cambiare le cose con i fatti e non con le parole, quindi la loro non è ipocrisia ma è utopia, e non è detto che un utopia non possa realizzarsi, e semplicemente una cosa che non è ancora accaduta, e le ripeto le parole di Gino Strada sull’abolizione della schiavitù: <> .

    • A) non sono giornalista
      B) se per utopia intende un mondo dominato da Hamas o dai talebani non posso condividere nemmeno l’utopia. Ma chiaramente è il mio umile pensiero di contadinotto di campagna

  5. Adriano

    Tralasciando il modo in cui hanno preso il potere negli anni ottanta i talebani e da quale potenza occidentale siano stati aiutati. Il suo giudizio su persone che agiscono, credono in un’idea, e rischiano la propria vita per una causa, meritano comunque rispetto.

    • tutti crediamo in una idea (salvo la Schiano) e tutte le idee meritano rispetto, ma il Diritto di critica vale se fatta controdi me come se fatta contro Gino Strada, altrimenti siamo in una teocrazia. Gino Starada ha indubbiamente salvato tante vite, chi potrebbe metterlo in discussione? Ma alcuni risvolti della sua “carriera” sono indubbiamente criticabili e, ripeto, parlare di pace, di costruire scuole quando si difendono gli ideali talebani o, peggio ancora, un criminale come Bashir, per me è ipocrisia. La prenda come una critica, la può naturalmente non condividere anche perché fatta da uno che di difetti ne ha a iosa, ma non per questo può impedirmi di farla perché la persona in oggetto fa certamente anche cose buonissime

  6. Stefania

    Non so proprio di cosa lei stia parlando quando dice che Gino Strada si accorda con Omar Al-Bashir o con altre persone simili. Gli accordi fantastici di cui lei parla sono in realta’ delle riunioni che Gino Strada deve fare per garantire l’operato in pace dei propri ospedali e, cosa ancora piu’ importante, garantire la sicurezza fisica dei propri operatori e volontari. Cosa che puo’ essere solo garantita da chi “governa” questi paesi. Gino Strada e’ un uomo di pace, ma questo non significa che e’ un ingenuo e non sa con chi ha a che fare. Le accuse che lei avanza oltre a essere molto genenerali sono anche molto approssimative. Mentre l’operato di Emergency deve purtroppo conoscere dei confine, la sua ignoranza non ne conosce. Saluti.

    Mojtaba: I talebani negli anni 80 esistavano, solo non li si chiamava talebani.

    • Stefania, gli accordi con le autorità li fanno tutte le Ong, lo fanno per lavorare e per mettere in sicurezza gli operatori, su questo ha perfettamente ragione e lo so benissimo come funziona (forse meglio di quanto crede). Quello che contesto a Strada è l’aver difeso Omar al-Bashir (qui trova un esempio http://www.corriere.it/esteri/09_marzo_11/strada_bashir_alberizzi_a0f617fe-0e05-11de-b3a4-00144f02aabc.shtml) e di aver spesso giustificato i talebani. Nessuna ONG seria, pur accordandosi con i regimi per poter operare, si sarebbe spinta a tanto. E poi basta con questa venerazione di Strada. Ma voi avete mai visto come lavorano gente come MSF o Cuamm o altre OGN serie? Altro che Emergency. Quelli non fanno politica, quelli lavorano in silenzio e basta e di vite ne salvano 20 volte tanto. Ecceccavolo, quando basta basta.
      E aggiungo, nello stesso momento in cui Gino Strada venerava Omar al-Bashir altre ONG SERIE venivano espulse dal Darfur per il motivo opposto.
      Guardi, prima di dare dell’ignorante a qualcuno si tolga le fette di mortadella dagli occhi e provi a essere onesta se ce la fa.

  7. Stefania

    Conosco benissimo l’operato delle altre ONG e non ho bisogno di screditare nessuno per poter esaltare l’operato di Emergency. Ognuna ha la propria missione e tutti fanno il massimo per poter prestare aiuto a chi ne ha bisogno. Se poi le sue fonti sono il Corriere, capisco molte cose. Io di mio sono ignorante su molte cose, ma sicuramente non su Emergency e non sono io ad aver attaccato due persone in pubblico su un blog pubblico. Deve ovviamente sapere che ad ogni azione c’e’ una reazione. Ribadisco che la sua ignoranza nel mondo delle charity non ha confine visto che esalta le altre senza avanzare un minimo di critica costrutiva anche nei loro confronti. Mi creda, nel settore se fa una bella ricerca vedra’ molta piu’ ipocrisia di cui tanto parla e che usa per accusare ingiustamente Gino Strada di quanto lei possa immaginare. Il suo “articolo” (?) e’ molto superficiale, basato su dati altrettanto poco attendibili con l’unico scopo di dire qualcosa che va contro la massa giusto perche’ cosi’ puo’ ritenersi al di sopra. Ovviamente i volontari e gli operatori di Emergency hanno tutti le fette di mortadella negli occhi. Grazie per la sua illuminazione.

    • Ma guardi, io le ho portato l’esempio del corriere perché è il primo che mi è venuto in mente, ho le mie fonti per poter giudicare l’operato di una ONG e di certo le mie fonti non sono il Corriere o altri giornali. E oltretutto io mi riferisco più a Strada come persona che ad Emergency. Per esempio qualcuno degli esperti di Emergency come lei si dichiara dovrebbe spiegarmi perché Gino Strada avrebbe rifiutato di prendersi in carico a costo zero l’avamposto 55 a Nyala (lasciamo stare gli errori alla base della costruzione di quell’ospedale fatti da parte di una certa Barbara Contini che lei ricorderà bene) per andare a costruire un ospedale sicuramente inferiore poco lontano. Qualcuno mi dovrebbe NEGARE che Gino Strada ha detto quello che ha detto su Omar al-Bashir. NEGATELO apertamente perché è un fatto di una gravità inaudita. Sono passati anni ma Strada non ha negato.
      Sull’ipocrisia di altre ONG ce ne sarebbe per tutti, ma mi creda, ce ne sono di veramente serie.

      • Non si può negare perchè il dott. Strada ha fatto quelle dichiarazioni ai quattro venti. Io però non mi meraviglio nè mi scandalizzo se una ong con obbiettivi alti scelga metodi “sporchi” come scendere a compromessi con il dittatore pur di aprire ospedali, anzi lo ritengo accettabile. Deve però lavorare in silenzio senza fare la morale o peggio dichiarazioni politiche.

  8. L’ultima della Schiano:

    Questa sera le forze di occupazione israeliane hanno sparato ed ucciso un uomo palestinese e ferito ed arrestato un altro vicino il confine in Beit Hanoun, a nord della Striscia di Gaza. Le ambulanze non hanno potuto raggiungere il corpo della vittima immediatamente a causa degli spari.
    Non abbiamo ancora informazioni precise, ma probabilmente i due uomini volevano attraversare il confine ed entrare in Israele per lavorare, come capita che tentino alcuni palestinesi in preda alla disperazione. Il corpo della vittima, Hweishel Abu Hweishel, di origine beduina, è stato trasportato all’ospedale Kamal Odwan. Non abbiamo ancora notizie del suo amico ferito ed arrestato.

    Volevano attraversare il confine per lavorare????? Ma dove le prende questa mentecatta? Volevano attraversare il confine per ammazzare, scannare, trucidare….altro che lavorare.

  9. “Mojtaba: I talebani negli anni 80 esistavano, solo non li si chiamava talebani” No non esistevano la maggior parte dei gruppi finanziati dagli usa negli anni ’80 sono confluiti nell’alleanza del nord contro i talebani. I talebani sono stati creati negli anni ’90 dai servizi segreti pakistani.

  10. vedente

    Caro Franco, non prendere tutti per stupidi.
    Due cose rapide:
    1) associare il nome di rosa a quello di Gino è come associare la merda alla cioccolata, hanno solo lo stesso colore
    2) il tuo attacco a rosa capita nel momento giusto per farle un pò di pubblicità gratuita visto che dal suo appello su facebook per ricevere donazioni avrà raccattato due soldi di elemosina…quale modo migliore per farle arrivare più soldi dai poveri frustrati italiani se non quello di far parlare di lei?
    Non siamo tutti stupidi…continuate pure a supportare rosa con le vostre donazioni e questi trucchetti di bassa lega…che pena mi fate.
    buon lavoro

    • Alessia

      ah ah ah ah ah sarai anche vedente ma quanto a QI mi sembri carente assai
      Franco che tira la volata a Rosa Schiano per la sua raccolta fondi? Hai capito proprio tutto intelligentone
      ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah

      • vedente

        Meno male che ci sei tu Alessia…
        Aspetto una risposta intelligente da Franco, se lo riterrà opportuno.
        In quanto a te, piccola alessia, spiegami, di grazia, dall’alto del tuo brillante intelletto a cosa serve parlare di un personaggio ridicolo come rosa proprio adesso in cui se non le arrivano i soldi è costretta, الحمد لله, a lasciare la Striscia di Gaza إن شاء الله
        Un profugo rifugiato a Gaza.

        • io rispetto tutti e rispetto il parere di tutti (quando è espresso con educazione), ma chiedermi una risposta intelligente alla tua accusa è fuori dalle mie possibilità. Mi spiace, non riesco

          • vedente

            Peccato che non riesci a rispondermi, Franco.
            Ci provo io allora, con il mio QI che rasenta la stupidità (con buona pace di alessia) a spiegarti una cosa:
            come ti ho già detto, oltre ad aver scelto il momento peggiore per accusare giustamente rosa, ti faccio notare che parlare di lei non fa altro che aumentare la sua ‘popolarità’ anche e soprattutto fra gli stolti che le mandano i soldi.
            Gaza non ha bisogno di persone come lei, quindi per cortesia, almeno non datele importanza e vediamo se torna finalmente in italia a fare ciò di cui è capace…rimanere disoccupata (credo).
            Non so se sono stato abbastanza chiaro ma volente o nolente hai contribuito ad aumentare i soldini nel suo paniere dell’elemosina.
            Un profugo rifugiato a Gaza che 400 dollari (che se non sbaglio è solo la cifra per l’affitto mensile nella ‘lista della spesa’ di rosa) non riesce forse neanche a vederli in un anno.