Blog Opinioni

Israele e il pressapochismo dei “grandi esperti”

Confesso che l’articolo scritto da Fabio Marcelli su Il Fatto Quotidiano mi era sfuggito, un po’ perché non amo leggere il giornale della Casaleggio Associati e un po’ perché non amo neppure Marcelli, con la sua aria saccente da “grande esperto” che finisce sempre per vedere in Israele il Grande Satana. Però ogni tanto mi diverto a leggerlo e a leggere i commenti sotto i suoi articoli. Che volete, da immobilizzati questo tocca fare.

Cito l’articolo di Marcelli perché, a mio modestissimo parere, questa volta in quanto a pressapochismo è riuscito a superare se stesso. Paragonare una disgrazia come quella avvenuta in Tunisia con la rielezione di Netanyahu in Israele ci sarebbero riusciti in pochi, nemmeno le varie sceme del villaggio (ma forse non ci hanno ancora pensato), eppure lui è arrivato anche a questo. Per paragonare un attentato terrorista islamico alla libera e democratica elezione di un Premier, per di più dell’unica democrazia in Medio Oriente, ce ne vuole di pressapochismo.

israele-circondatoPressapochismo, come parlare di Netanyahu come un guerrafondaio che vuole fare guerra all’Iran quando Teheran si sta ingoiando mezzo Medio Oriente e minaccia di annientare lo Stato Ebraico un giorno si e l’altro pure. Questi non perdono nemmeno un secondo a dare uno sguardo al quadro generale, sparano su Israele e basta. E’ come dare della puttana a una suora che ha messo in piedi una associazione per il recupero delle prostitute. Marcelli è così accecato dall’odio anti-israeliano che non vede al di la del suo sopracciglio destro.

Ho preso come esempio l’articolo di Marcelli solo per citarne uno a caso, ma di questi “grandi esperti” di Medio Oriente e delle politiche che dovrebbe tenere Israele ne è pieno il mondo, persino il Parlamento (vedi i vari Di Battista, Di Stefano e compagnia bella).

Per carità, mi hanno insegnato a rispettare le opinioni di tutti specie di quelli che non sono d’accordo con me, ma santo cielo, qui non siamo a discutere di opinioni, qui si fa pressapochismo da due soldi giusto per scrivere un articoletto sul giornale di Casaleggio e ottenere un po’ di visibilità. Molti miei amici chiamano queste persone “odiatori” e credono che possano far del male a Israele. Forse è vero, forse potranno attecchire nelle menti più deboli, ma messi di fronte a un qualsiasi essere minimamente senziente con il loro pressapochismo non fanno altro che portare acqua al mulino di Israele.