Franco Londei

Politicamente non schierato. Sostengo chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia

Post navigation

4 Comments

  • Permettetemi un chiarimento: essere “di sinistra” ed essere antisionisti è un paradosso e una contraddizione stridente. I fondatori stessi di Israele erano socialisti. L’antisionismo nasce proprio dall’abbandono delle idee “di sinistra”, dallo smarrimento ideologico che purtroppo non pesca solo in ambienti degradati, ma anche fra gli intellettuali che ambiscono ad essere vezzeggiati dalle masse, s’insinua fra le miserie esistenziali ed il bisogno di un capro espiatorio e si diffonde come un’epidemia. Il problema è questo: che il fondamento ideologico del popolo ebraico è sempre stato fortemente libertario e progressista e lo stesso popolo ebraico è sempre stato all’avanguardia nella diffusione della conoscenza e del progresso civile; questo nuoce moltissimo alle teocrazie, ai regimi dittatoriali e a coloro che vorrebbero soggiogare le prossime generazioni e, soprattutto, nuoce a coloro che vorrebbero i popoli mediorientali sottomessi alle teocrazie e ai Fratelli Mussulmani contro la loro emancipazione. Infatti le contro-rivoluzioni laiche in Medioriente non sono affatto appoggiate dall’America, essendo Obama un grande estimatore dei Fratelli Mussulmani contro i diritti dei popoli. Quando avremo toccato il fondo riemergeremo, ma prima lo dobbiamo toccare.

    • essere “di sinistra” ed essere antisionisti è un paradosso e una contraddizione stridente

      Assolutamente d’accordo con te Alessia

  • Francamente non sono d’accordo con l’autore dell’articolo. Attribuire ad Obama un’ideologia ed una religiosità (buone o cattive che siano) è come dire che un computer ha dei sentimenti. Obama non ha alcuna ideologia, è una persona ambigua ed opportunista e, fondamentalmente, tutto ciò che fa o non fa è finalizzato ai suoi interessi (soprattutto oro ed energia). Anche le sue amicizie e inimicizie sono contingenti e strumentali; pur di raggiungere i suoi obiettivi è disposto a perdere la faccia (e lo ha dimostrato) e a rovinare popoli (e lo sta facendo). Non ha una strategia, è una persona tattica e la sua tattica principale è fondamentalmente la stessa che usava con i suoi nonni quando era adolescente: datemi soldi e io terrò i miei guai lontano da voi.

Comments are closed.

back to top