Blog Opinioni

Perché gli israeliani si lanciano contro i coltelli palestinesi?

Non capisco davvero questa strana moda esplosa in Israele di lanciarsi contro i coltelli palestinesi. Nelle ultime settimane decine e decine di israeliani si sono lanciati deliberatamente contro palestinesi che brandivano un coltello, intendiamoci, senza fare nulla o minacciare chicchessia. Stavano li con il coltello in mano e quei matti di israeliani…. Booommm… addosso a loro per farsi accoltellare.

Ma che razza di moda è questa? E’ inconcepibile che gli israeliani si facciano accoltellare deliberatamente per poi andare in giro a piagnucolare che sono sotto attacco. Perché, diciamocela tutta, è questo lo scopo dei perfidi sionisti: fare le vittime.

Addirittura questa mattina a Gerusalemme uno si è buttato sotto la macchina di un palestinese rimanendo ucciso, mentre altri due palestinesi che andavano tranquillamente su un autobus sono stati letteralmente implorati dagli israeliani di venire accoltellati e colpiti con una pistola. Gli hanno dato tutto, il coltello, la pistola e un kit di sopravvivenza nel caso avessero dovuto fuggire a causa di qualche malinteso con la polizia israeliana (non si sa mai, quelli sono matti e sparano se ti vedono con una pistola in mano).

Per fortuna che ci sono i media stranieri a raccontare la verità perché altrimenti tutti penserebbero che veramente Israele sia sotto uno dei più grandi attacchi terroristici della sua storia moderna. Per fortuna che ci sono i media e la Mogherini che si incazzano quando i poliziotti israeliani sparano contro i buoni e bravi palestinesi costretti a colpire gli israeliani e addirittura a schivarli quando cercano in tutti i modi di farsi accoltellare o di finire sotto una macchina. Grazie informazione internazionale per informarci così correttamente su quello che sta avvenendo in Israele. Grazie Mogherini per essere sempre in prima linea nella dura condanna di questi barbari atti sionisti. L’auto-accoltellamento dovrebbe essere un crimine contro l’umanità.