La Russia è uno stato fascista? Putin è come Hitler?

putin come hitler
La propaganda con la quale identificare il nemico da sterminare, la preparazione del popolo alla guerra necessaria e quindi alle privazioni e infine la guerra di invasione, le deportazioni di massa, le stragi di civili come agnelli nel mattatoio

La Russia è uno stato fascista? E veramente Putin è come Hitler come affermano molti suoi detrattori? Verifichiamo insieme le analogie tra la Russia di Putin e la Germania di Hitler.

La propaganda e il lavaggio ideologico del cervello

La guerra russa contro l’Ucraina non è iniziata il 24 febbraio con la violenta invasione dei soldati di Mosca, né è iniziata otto anni fa con la crisi del Donbass (per altro alimentata sempre dai russi) come affermano i putiniani più convinti. La guerra contro l’Ucraina è iniziata almeno 10 anni fa quando la propaganda russa iniziò a prendere di mira l’Ucraina.

«Per almeno un decennio, la società russa è stata preparata per una guerra contro l’Ucraina», afferma Dovilė Budrytė, professore di scienze politiche al Georgia Gwinnett College nonché studioso di memoria e traumi nell’Europa orientale e nei Paesi baltici.

«Per anni in Russia c’è stato un lavaggio del cervello capillare, un lavoro ideologico per preparare la società russa all’occupazione dell’Ucraina», aggiunge. «La Russia non si è mai sbarazzata di quell’identità coloniale, la Russia non ha mai detto che ciò che ha fatto in Cecenia o in Georgia è stato un errore. La guerra in Ucraina è come la continuazione di quei fenomeni precedenti».

Timothy Snyder, uno dei più importanti storici statunitensi, scrivendo sul New York Times solleva la domanda: la Russia è uno Stato fascista?

«Dopo tutto, la politica fascista inizia, come diceva il pensatore nazista Carl Schmitt, dalla definizione di un nemico», scrive in un editoriale. «Un viaggiatore del tempo degli anni Trenta non avrebbe difficoltà a identificare il regime di Putin come fascista. Il simbolo Z, i raduni, la propaganda, la guerra come atto di violenza purificatrice».

Un importante rapporto del quale abbiamo fatto una sintesi, purtroppo poco diffuso dai media, prova in maniera definitiva che la propaganda russa ha incitato per anni al genocidio degli ucraini e al fatto che «l’Ucraina non esiste».

«Il Cremlino definisce l’Ucraina come uno stato artificiale, il cui presidente ebreo dimostra che non può essere reale» spiega Snyder nel suo editoriale.

Per anni la propaganda del regime russo ha descritto la NATO come un nemico che invadeva gli stati confinanti con la Russia. Non che quegli stati avevano deciso autonomamente di entrare nell’alleanza atlantica. Quindi la formula “NATO = nemico della Russia” è diventata per i russi una cosa normale. Tanto che quando è emerso che l’Ucraina voleva entrare nella NATO la guerra di invasione è diventata per i russi una cosa necessaria, un atto di autodifesa.

Propaganda, identificazione del nemico, preparazione del genocidio del nemico e infine guerra necessaria. La stessa tecnica usata da Hitler nella seconda guerra mondiale per giustificare lo sterminio degli ebrei e per preparare il popolo tedesco alla guerra.

Quindi, per tornare alle domande del titolo: la Russia è uno Stato fascista? Putin è come Hitler? Tutto ci dice che per ambedue le domande la risposta è positiva. Si, la Russia è uno stato fascista e… si Putin è come Hitler.

La propaganda, la preparazione del popolo alla guerra necessaria e quindi alle privazioni, l’identificazione del nemico da eliminare, da sterminare scientemente e infine la guerra di invasione, di annessione dell’Ucraina che “non esiste”, le deportazioni di massa. È incredibile quante similitudini ci siano tra la Germania nazista e la Russia putinista, quante similitudini ci siano tra Hitler e Putin.

attacchi israeliani in siria

La Russia condanna di nuovo duramente i raid aerei israeliani in Siria

Quello russo è il secondo ammonimento in poche settimane rivolto a Israele, segno che le relazioni tra Mosca e Gerusalemme si stanno veramente deteriorando

You May Also Like