Blog, Opinioni

E io rosico

Rosico, eccome se rosico, ma non perché non ha vinto il PD che non ho votato pur dando la mia preferenza ai radicali ormai in via di estinzione. Non rosico nemmeno perché stanno governando grillini e leghisti che per me sono l’accoppiata peggiore che potesse capitare all’Italia, ma comprendo che gli italiani volevano cambiare e se anche lo hanno fatto in peggio ce ne dobbiamo fare una ragione perché questa è la democrazia. No, rosico per tutt’altro.

Rosico perché Salvini è bravissimo, addirittura stratosferico, nel raccontare una realtà alterata che sta distraendo gli italiani dai veri problemi del Paese.

Rosico perché a suo tempo l’avevo detto che la destra peggiore sarebbe emersa a causa del problema dei migranti.

Rosico perché avevo detto anche che solo una cattiva sinistra poteva portare gli estremisti di destra al governo.

Rosico perché più Salvini si dimostra estremista di destra e più ottiene consensi dimostrando che la destra moderata, liberale e progressista è finita direttamente nell’umido.

Rosico perché non mi va che al governo del mio Paese ci sia chi fa politica per Putin, forse l’uomo che detesto più di tutti dopo Erdogan.

Rosico perché vedo che la politica di Salvini è volta a estremizzare tutto, dai rapporti con gli alleati storici fino a quelli con l’Europa e temo che sia una politica studiata a tavolino con il solo intento di rompere, rompere soprattutto con l’Europa. Il sogno di Putin.

Rosico perché pur essendo contrario all’immigrazione incontrollata trovo che non si possa fermare una nave piena di disperati sballottandola da un capo all’altro del Mediterraneo e sostenere che stanno facendo una crociera. O la fermi prima e fissi le regole o non la fermi. O impedisci con una legge alle navi delle ONG di raccogliere i migranti in mare proponendo una alternativa, oppure le accetti. Non fai quello che ha fatto Salvini in corsa.

Rosico perché pur essendo d’accordo che esiste un problema con i nomadi non posso accettare che si faccia un censimento mirato che puzza tanto di razzismo e ricorda molto da vicino quanto successo agli ebrei con l’avvento del nazismo. E mi fanno rosicare ancora di più i tanti ebrei che a Salvini gli danno ragione.

Rosico perché vedere Manlio Di Stefano fare il sottosegretario agli esteri in un Governo in cui c’è Salvini che si dichiara amico di Israele mi sembra tanto un ossimoro. Che poi è già un ossimoro dichiarasi amico di Israele e contemporaneamente amico di Putin alleato dell’Iran.

Insomma rosico, lo ammetto, rosico per tante cose che mi ci vorrebbe un libro per elencarle. Ma non perdo la speranza che prima o poi i nodi vengano al pettine e che gli italiani rinsaviscano, che prima o poi si accorgano di essere stati bellamente presi in giro e che il cambiamento che tanto volevano si rivelerà un cambiamento in peggio. E credetemi, da padre e nonno che ha a cuore il futuro dei suoi figli e nipoti spero davvero tanto di sbagliarmi e di aver rosicato per nulla.

4 Replies to E io rosico

  1. la Destra , parafrasando una cosa che mi disse un amico fotografo anni fa rispondendo alla mia domanda su quale fosse la migliore macchina fotografica : “la migliore macchina fotografica è quella che hai al momento” , così Salvini che ha mosso la melma stagnante , non è la migliore Destra ma è quella che c’è al momento , con i migliori saluti , Andrea

  2. La bonta’ ha un limite…La cattiveria no. Salvini potrebbe essere solo il preludio al peggio… Chissa’, forse lo rimpiangeremo o forse no. Staremo a vedere dove si andra’ a finire. Saro’ un pessimista ma il futuro lo vedo nero.-

  3. Vostre valutazioni personali che non comprendo. Punti di vista che non convincono perchè prive di sostanza. Credersi intellettuali, saggi, comprensivi solo della propria opinione non rende nessun merito. Non propendo per nessuno, detesto il partitismo che distingue la destra dalla sinistra. Non escludo che si possa essere contemporaneamente amici di Trump e di Putin, per citare degli esempi, senza che questo ci faccia appartenere all’uno od all’altro. L’indipendenza è comunque salvaguardata dalla scelta che si opererà di volta in volta. Ascolto e desumo le mie opinioni prestando attenzione senza essere condizionato. Il buon senso stabilisce delle scelte che non piaceranno a tutti, anzi la storia insegna che maggiori saranno i detrattori. Mi spiace molto constatare che impereranno sempre su tutto i preconcetti e la demagogia. Sopratutto dai blog o dai salotti, dove per essere fedeli al proprio clichet, bisogna innalzare il trono su cui si è seduti, sopra al presunto o vero populismo così antipatico alla disfatta che consente di discutere da bravi perdenti rispetto al mondo.
    Sono prolisso? Credo di si…. allora, per semplificare provate a capire se le stesse vostre tesi sarebbero proponibili nei seguenti stati: SVIZZERA – SVEZIA – DANIMARCA – AUSTALIA – AUSTRIA – NUOVA ZELANDA….. etc… ma già… l’Italia è il paese dei rivoluzionari – consevatori seduti sul sofà troppo impegnati dalla cecità di dare del fascista impunemente a tutti coloro che agiscono diversamente da come, dall’alto del proprio protervo imperialismo, si pretenderebbe. Chi vede il futuro solo nero non vede le 50 sfumature di grigi?

  4. E’ vero …Avrei potuto dire anche – la vedo grigia- ma non stanno atterrando delle astronavi…Almeno per il momento.-

Comments are closed.