Franco Londei

Politicamente non schierato. Sostengo chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia

Post navigation

1 Comment

  • I leader di Hamas continuano ad intascare soldi, ed è giusto non dimenticarlo, a spese dei palestinesi, mentre gli abitanti dei campi profughi dopo ben più di quindici anni passati all’amministrazione palestinese, si trovano ancora… nei campi profughi. E i signori dell’occidente non sembra che si chiedano perché.
    Per caso, avete mai visto la “casetta” del signor Mahmoud Abbas? (“nome de guerre” tanto per non dimenticarci che è un uomo di pace…).
    Per anni abbiamo finanziato la cricca di Arafat, per anni li abbiamo riempiti di soldi affinché potessero finanziare il terrorismo, affinché potessero costituirsi conti bancari miliardari, nutrissero la corruzione, affinché distruggessero un intero popolo (il loro) e mettessero a repentaglio l’esistenza di un altro, e seminassero morte e distruzione.
    E ora? Abbiamo già cominciato a sentirle, le solite cariatidi (Ong e capi di Hamas). Dopotutto la loro vita si regge sui nostri soldi. Dopotutto se li irritiamo potrebbero fare di peggio. (Di peggio? Come i nazisti se il Papa si fosse pronunciato contro di loro?)
    Dopotutto posiamo sperare che cambino. Dopotutto possiamo giudicare dai fatti, non dai proclami (cioè, finora abbiamo scherzato. Il migliaio di comparse israeliane che hanno recitato la parte dei morti, le molte migliaia che hanno recitato la parte dei feriti e dei mutilati si rialzino e tornino a casa, che adesso si comincia sul serio.)
    Dopotutto magari potrebbero anche impegnarsi a rispettare una hudna (una tregua) e se poi non la rispettano – pazienza – vorrà dire che Israele se lo è meritato.
    E quando la hudna in ogni caso finirà – perché naturalmente lo sappiamo benissimo che la hudna può essere solo temporanea, sappiamo benissimo che la hudna è concepibile unicamente come tregua per riarmarsi quando il nemico è troppo forte per poter essere battuto subito.
    Quando la hudna finirà, dicevo, aspetteremo le reazioni israeliane e poi protesteremo per l’uso sproporzionato della forza e chiederemo qualche bella risoluzione ONU.
    E la sagra dell’ipocrisia continuerà.

Comments are closed.

back to top