RR Report e analisi

ISIS in Libia sta addestrando piloti. Forte allarme nelle intelligence occidentali

Dic 2, 2015

ISIS in Libia sta addestrando piloti. Forte allarme nelle intelligence occidentali

Secondo quanto riferito da alcuni funzionari libici al giornale arabo Asharq al-Awsat, ISIS starebbe addestrando piloti in Libia. Per farlo userebbe un simulatore di volo appena acquistato.

Non è ancora chiara la provenienza del simulatore anche se si pensa che ISIS lo abbia acquistato e poi fatto portare a Sirte, in Libia. La notizia sembra confermata anche da diversi servizi di intelligence occidentali che evidenziano i notevoli rischi che ciò potrebbe rappresentare per l’Italia e per l’Europa.

Secondo le fonti di Asharq al-Awsat i simulatori di volo operativi sarebbero almeno uno ma ci sono informazioni che fanno pensare che ISIS ne abbia comprati più di uno. «Il simulatore è grande come una automobile» dice una fonte a Asharq al-Awsat «e simula nei minimi particolare il volo e le comunicazioni a terra» continua la fonte. «Inizialmente pensavamo che ISIS fosse venuto in possesso di questo/questi simulatore/i saccheggiando gli aeroporti di Gheddafi ma poi ci siamo resi conto che il simulatore era nuovo e quindi abbiamo dedotto che lo avesse acquistato».

Il rischio per l’Italia è fortissimo anche se ancora non è chiaro se ISIS stia addestrando piloti per azioni suicide oppure per pilotare i caccia di Gheddafi finiti in mano ai terroristi. In ogni caso dalla Libia in pochi minuti un aereo potrebbe essere sui cieli italiani e questa è senza dubbio una minaccia nuova e pericolosissima.

Scritto da Sonia M.

Politicamente non schierato. Voto chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia
2 Comments
  1. Riccardo 54
    Un simulatore non basta per fare un pilota, servono ore di volo e studio. Questo per un pilota civile. Per un pilota da guerra, ovvero di caccia, serve ben altro. Considerando poi che appena si alza in volo è praticamente sotto il controllo di russi, americani, israeliani per citarne alcuni. Quindi giusto tenerli sotto osservazione, ma una minaccia ...
  2. Fabio
    Teniamoci ancora la minaccia a due passi da casa nostra . Il califfato in Libia andrebbe spianato!

Comments are closed.