Ma che bello….. La conferenza di Revisione del Trattato di Non Proliferazione Nucleare (Tnp) ha finalmente deliberato. E’ un evento storico, perché negli ultimi anni non c’era mai riuscita. D’altra parte è più che normale che un organismo che dipenda da quel baraccone che è attualmente l’Onu non riesca a deliberare. Quello che però ha deliberato la suddetta conferenza è un regalo all’estremismo islamico e ai nemici della democrazia. E questo è un fatto.

Ma andiamo con ordine e, possibilmente, senza farci prendere dalla foga di sputtanare tutti questi pacifinti, utili idioti servili alla causa dell’estremismo islamico e della conquista del mondo da parte delle orde di Maometto. Che cosa ha deliberato la conferenza di Revisione del Trattato di Non Proliferazione Nucleare?

Cosa ci si aspetta uno da una simile conferenza? Che condanni con veemenza la corsa al nucleare di Iran e Corea del Nord, non fosse altro per le continue e reiterate minacce di distruzione globale verso i vicini. Che lanci un allarme sull’arsenale nucleare pakistano a serio rischio di finire nelle mani di Bin Laden e compagni. Che condanni senza se e senza ma il ricatto nucleare di Teheran e soci. Invece, cosa fa la “onorabile assemblea”? Se la prende con Israele, cioè applica lo sport preferito dai pacifinti islamici e dagli odiatori delle democrazie compiute di tutto il mondo. Di accenni alla corsa la nucleare di Iran e Corea del Nord o del rischio Pakistan nemmeno l’ombra. Siamo al festival dell’ipocrisia.

In sostanza, cosa ha deliberato la conferenza di Revisione del Trattato di Non Proliferazione Nucleare? Che Israele firmi il Trattato di non proliferazione nucleare e che metta le sue testate atomiche (quelle che si suppone che abbia) sotto il controllo dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA). Cioè, giusto per essere chiari, si pretenderebbe che Israele metta il suo supposto arsenale atomico, quello che fino ad oggi ha salvato lo Stato Ebraico dalla distruzione globale, sotto il controllo di quella agenzia internazionale che di fatto ha coperto fino ad oggi l’intero programma nucleare iraniano. E si perché l’AIEA sotto la direzione di El Baradei ha deliberatamente coperto gli sviluppi militari del programma nucleare iraniano portando Teheran a due passi dalla bomba. Ma davvero esiste così tanta ipocrisia? Ma davvero il mondo pacifinto filo-islamico pensa che a Gerusalemme siano tutti degli idioti?

Mi sento di lanciare un contro-proposta. Anzi, voglio lanciare un appello ai leader israeliani, al premier Benjamin Netanyahu, al Ministro della Difesa, Ehud Barak, e al Ministro degli Esteri, Avigdor Lieberman, affinché dichiarino apertamente a quanto ammonta il numero di testate nucleari in possesso di Israele, che dicano quali sono le potenzialità dei mezzi militari israeliani legati al sistema di difesa nucleare e fino a dove possono colpire. Che sia ben chiaro che, ammesso che ci sia, il programma nucleare israeliano è esclusivamente a carattere difensivo e deterrente. Che sia ben chiaro ai nemici di Israele a cosa vanno incontro. Altro che controllo dell’arsenale atomico israeliano in mano all’AIEA. Che vengano a vedere come Israele si difende. Che capiscano bene che fino a quando ci saranno regimi come quello iraniano, che vogliono distruggere Israele, quelle testate saranno puntate su di loro, non come arma d’offesa ma come arma di difesa e, soprattutto, come deterrente.

Vogliono costringere Israele a capitolare e lo vogliono fare con tutti i mezzi, da quelli mediatici a quelli diplomatici. E’ arrivato il momento di reagire dato che non si può più contare su un pappamolla come Obama. Israele non capitolerà, non rinuncerà al suo Diritto all’esistenza. Che lo sappiano tutti e che lo sappiano adesso.

Miriam Bolaffi

11 COMMENTS

  1. La mia naturalmente voleva essere una provocazione. Con questa gente Israele non ha niente a che spartire. Tuttavia, in estrema analisi, fare leva sul deterrente potrebbe far abbassare la cresta a parecchia gente. Sono moooooolto, moltissimo d’accordo con Emanuela. Quello che sta facendo l’Europa (Ugo Volli la chiamerebbe Eurabia) e la comunità internazionale, è un continuo genuflettersi di fronte alla sanguinaria prepotenza islamica e a farne le spese sono le donne iraniane, le donne islamiche e, infine, Israele, l’unica democrazia in Medio Oriente.
    Ricordiamoci che è in atto una campagna mediatica nei confronti di Israele senza precedenti. Abbiamo il dovere, in qualità di difensori del diritto, di contrastare questa vera e propria campagna d’odio

  2. Non so fino a che punto quella di Miriam sia una provocazione. Bisognerebbe aprire un dibattito se sia meglio continuare a tenere segreto quello che ormai e un “segreto di Pulcinella” oppure iniziare a reagire e dire: allora, signori, noi abbiamo tot. testate nucleari e adesso ci avete rotto le pa..le Se volevamo vi avremmo spazzati via tutti ma non l’abbiamo fatto perché noi non siamo come gli Ayatollah. Lasciateci in pace altrimenti farete la fine del topo.
    Sai che forse quei balordi se la farebbero addosso?

  3. si però a quel punto gli iraniani potrebbero dire: perché Israele ha le atomiche e noi no?

  4. Miriam ha forse lanciato una provocazione ma credo che abbia colto nel segno. Che senso ha, arrivati a questo punto, nascondere l’evidenza o quello che Giuseppe ha giustamente chiamato il segreto di pulcinella? Tanto vale fare la voce grossa e dire a questi farabutti assetati di sangue di stare alla larga. E’ vero anche quello che dice Alessandra, cioè che gli iraniani (ma non solo loro) potrebbero obbiettare sul fatto che se Israele ha le atomiche anche loro le vogliono. Però Israele non è l’Iran di Ahmadinejad. Faccio questa distinzione perché il popolo iraniano non è violento o genocida, vuole la pace e maggiore libertà e diritti. Agli iraniani (inteso come popolo) non frega niente di Israele, dei palestinesi e di avere l’atomica. Vogliono solo pace e diritti

  5. salve! dunque, più che del tnp penso si possa parlare del gruppo…TNT. ahhahahahahhaha!!!! Israele ha ragione a dire che sono una massa di ipocriti. è vero! considerando che gli hibullah han dato missili balistici alla siria, che l’iran ha le atomiche (ce le ha le atomiche, ce le ha! chiedetelo ai sopravvissuti iraniani che sono riusciti a scappare dall’IRI. anche se lo si sà pur non chiedendolo!). personalmente, penso che le armi nucleari siano strumenti di morte, mostruosi. Guardate hiroshima e nagasaki! il punto però è un altro: questo gruppo anziché preoccuparsi di Ahmadinejad e della sua follia, dell’IRI e dell’intero Islam che imperversa con la sua violenza, si preoccupano di Israele, il cui scopo non è quello di aggredire come fà l’Iran e l’Islam ma di…difendersi. Non ci sono folli alla guida di Israele e mai ce ne sono stati. si è sempre e solo difesa. cosa che non si può dire di altri paesi, compresi gli USA.
    dunque, c’è qsa che non và nei confronti di Israele. Miriam ha ragione! a mio avviso, Israele fà bene a non unirsi ad un tale gruppo distruttivo e ipocrita e a non rivelare alcunché. Non ci sono i presupposti, le condizioni oneste per farlo!!! Invito ciascuno di voi a preoccuparsi piuttosto del massacro in atto in Iran per mano del regime islamico che arresta, tortura e stupra uomini, donne e bambini. il mondo di questo deve preoccuparsi, di quello che combina l’Islam dentro e fuori dell’Europa, NON di Israele. vi posto un link di FB di un mio amico iraniano, esule, ovviamente. riguarda le gans musulamne che vanno in giro a stuprare le donne in svezia mentre le femministe tacciono…sapete com’è…non è politically correct verso l’islam!
    ciao emanuela
    http://www.facebook.com/home.php?sk=lf#!/note.php?note_id=375855687863&id=100000146630254&ref=mf

  6. Vero, miriam. sono d’accordo con te. non si era mai vista una campagna d’odio del genere ma…è stata ben organizzata però. non esiste a caso. è a livello internazionale. abbiamo il dovere, il diritto e il potere di farlo.
    la comunità internazionale non muove e non ha mosso un dito per il popolo iraniano che viene massacrato da quel macellaio nazista di ahmadinejad and Co. un’associazione a delinquere che dovrebbe essere arrestata e messa dietro le sbarre a vita per crimini contro l’umanità. ci sto a contatto tutti i giorni con gli iraniani. molti di loro sono riusciti a salvarsi grazie ad Israele. la gente questo lo sà? sono tra i miei contatti questi iraniani. un altro amico iraniano l’anno scorso mi chiese aiuto perché voleva mettersi in contatto con una comunità ebraica per scusarsi per le schifezze dette da Ahma sull’Olocausto. era arrabbiatissimo, dispiaciutissimo. Si è scusato per quel macellaio , perché si vergognava.
    tutti hanno le atomiche, parliamoci chiaro. continueranno ad averne anche dopo il trattato di non-proliferazione. E allora perché tutto questo casino su Israele?? Davvero pensano che la gente è stupida??? lo sapete che così facendo quei paesi vogliono portare all’esasperazione Israele che è continuamente sotto pressione. lo sapete che questo atteggiamento è pericoloso?? lo sapete che SANNO QUELLO CHE FANNO E SONO IRRESPONSABILI VERSO TUTTI NOI???
    ema

  7. siete ridicoli!
    sionisti assassini!
    solo la scomparsa di israele salverà il medio oriente dalle guerre!
    e non sono islamico e nemmeno pro hamas, ma solo un convinto difensore del diritto del popolo palestinese a vivere sulla terra da cui è stato cacciato con la forza da questi sionisti a cui io [dio] non ho dato alcun diritto!

    • ci ho ragionato un po’ prima di pubblicare questo obrobrio (troppo lusso chiamarlo commento) e poi, in accordo con gli altri, è stato deciso di pubblicarlo. Già il fatto che uno si definisce DIO è tutto un programma. Ma poi è l’esempio lampante di quanto forte sia l’odio verso Israele.

    • il popolo palestinese non esiste. è un’invenzione dell’olp per giustificare una guerra di terrorismo contro Israele e il mondo occidentale. Lo ha confessato pure il premio nobel arafat.

Comments are closed.