C’è un vecchio detto che si abbina perfettamente a quello che sta facendo Obama con l’Iran: chiudere la stalla quando i buoi sono fuggiti. Oggi la Reuters ci informa che gli Stati Uniti stanno valutando la possibilità di inviare il sistema antimissile THAAD (Terminal High Altitude Area Defense) in Medio Oriente e in Corea del Sud.

Perché gli Stati Uniti stanno valutando questa costosissima possibilità? Semplice, perché secondo i vertici militari americani la minaccia balistica e nucleare rappresentata da Iran e Corea del Nord è diventata troppo grande e per difendere Israele ed Europa dai missili iraniani e per difendere la Corea del Sud dalla minaccia nucleare della Corea del Nord l’unico sistema è quello di schierare le batterie di THAAD.

Se la cosa non fosse così seria sarebbe quasi comica. Proprio ieri Obama diceva che le preoccupazioni espresse da Netanyahu erano eccessive e che sull’Iran si sbagliava e oggi viene fuori che, secondo i vertici militari statunitensi, sarebbe meglio schierare le battere antimissile THAAD e sarebbe meglio farlo “il prima possibile”.

Ora, delle due una: o ha ragione Netanyahu quando dice che l’Iran è un pericolo per tutto il mondo e Obama è così idiota da non stare a sentire neppure ai suoi vertici militari, oppure sia Netanyahu che i generali americani soffrono di sindrome da incubo persiano e l’Iran è solo uno staterello insignificante che non rappresenta nessuna minaccia per il mondo libero.

Personalmente tendo a credere più alla prima e francamente mi fa parecchio arrabbiare che si debba ricorrere a un costoso sistema difensivo quando la cosa poteva essere risolta ormai da parecchio tempo. Come dice quel detto, è come chiudere la stalla quando i buoi sono fuggiti.