Franco Londei

Politicamente non schierato. Sostengo chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia

Post navigation

1 Comment

  • Rispondere colpo su colpo al lancio dei missili da Gaza non mi sembra sufficiente per risolvere il problema.
    E questo, nonostante il fatto che la posizione tattica del terrorismo palestinese sia peggiorata negli ultimi tempi: l’Egitto a quanto pare controlla in modo restrittivo il confine con Gaza e i paesi arabi circostanti stanno implodendo con problemi interni molto gravi.
    Tuttavia Hamas pare goda ancora di margini sufficienti per continuare la sua attività terroristica.
    E’ evidente altresì che questa organizzazione si avvale tra gli altri del supporto europeo e americano attraverso finanziamenti e operatori “umanitari”, che hanno nella loro denominazione sociale la mission di alimentare le azioni terroristiche antiisraeliane.
    Dunque il terrorismo continuerà.
    Ma anche per un’altra ragione:
    perché é aumentato il terrorismo globale e questo avvantaggia Hamas.
    Probabilmente il futuro prossimo ci riserva un allargamento del fenomeno anche in altri territori: in primis l’Europa.
    La cosa non é ovviamente da auspicare, tuttavia é prevedibile che avverrà quando la galassia jiihadista europea si riverserà nel nostro continenete, dopo essersi esercitata nei paesi del medio oriente.
    Se il terrorismo islamista diverrà un problema comune più pressante , forse i Paesi europei cominceranno a domandarsi se sia il caso di continuare ad alimentare quello di marca palestinese.
    Prima di allora continueranno con ogni probabilità ad illudersi che la scomparsa progressiva dello Stato di Israele sia un beneficio per tutti.
    Dopo di allora può anche darsi che il corpo accademico di molte università europee, invece di promuovere il boicottaggio delle università israeliane, comincerà ad invitare membri della sicurezza israeliana e magari perfino il Presidente egiziano Al Sisi a tenere delle conferenze nelle università del vecchio continente.
    Il Movimento 5stelle probabilmente invece suggerirà di chiedere aiuto all’Iran.

Comments are closed.

back to top