Franco Londei

Politicamente non schierato. Sostengo chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia

Post navigation

2 Comments

  • Tutto giusto ma manca il fattore principale: queste regole valgono se sono 2 stati legalmente riconosciuti, e non è
    Il caso tra Gaza e Israele. Gaza non è uno stato. Anzi Gaza è secondo il diritto internazionale ancora territorio israeliano!
    Gaza era fino al 1967 legalmente territorio egiziano. Dopo la guerra dei 6 giorni diventa territorio conteso, fino al trattato di pace con Sadat del 1979, che stabilì il ritorno del sinai all Egitto e Gaza parte di Israele.
    il diritto internazionale stabilisce che le questioni di confini e frontiere devono essere discussi e risolti tra gli stati coinvolti direttamente.

    • Ottime osservazioni. Però mi chiedo anche se oltre al diritto (internazionale o meno) non occorra anche guardare in faccia la realtà. Dal punto di vista del diritto, ad esempio, la Siria è un determinato territorio, con un legittimo ordinamento (e connessa leadership) etc etc Ma…esiste oggi la Siria? Non mi pare. Possiamo nasconderci dietro il dito del diritto e negare che Gaza, di fatto, non fa parte di Israele? E che in tutto si muove come un territorio indipendente, e nello specifico nemico? Perchè altrimenti parliamo di niente…di un mondo che non ha riscontro nella realtà. Sarebbe, conseguentemente a ciò che dici (e non contesto) dunque una questione di ordine pubblico “interno”. Non penso proprio…

Comments are closed.

back to top