Franco Londei

Politicamente non schierato. Sostengo chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia

Post navigation

7 Comments

  • Grazie ad Aaron per la chiarezza e per l’onestà intellettuale. Francamente, se gli S-300 non rappresentano un problema per l’aeronautica militare israeliana non credo che ci sia davvero motivo di preoccuparsi. Se azzerano il vantaggio degli arabi nei confronti dell’Iran, questo é un problema degli arabi. Dal mio punto di vista é anche meglio se le forze militari di arabi e persiani si controbilanciano, così né gli uni né gli altri potranno affermare la propria supremazia in medio oriente; l’importante semmai é che la tecnologia israeliana sia sempre qualche gradino più in alto di entrambi. Nel conflitto tra arabi e persiani non ci sono i “buoni” e i “cattivi”; caso mai si può discutere su chi siano i “cattivi” e chi siano i “più cattivi”.

  • ..e credo che anche i russi siano consapevoli della proverbiale alta capacità tecnologica militare di Israele, e da quello che benissimo Aaron ci ha spiegato mi viene da dire che assisteremo anche ad un gioco delle parti dove al palo sembrano restare-al momento-, purtroppo, gli Usa per la tiepidezza e scarsa strategia di Obama.

  • Ah beh, in quanto a manie di grandezza gli israeliani non sono secondi a nessuno. I siriani NON avevano gli s-300 quando ci furono gli attacchi israeliani. L’unico modo per scampare a queste armi è usare aerei stealth come b2 e f22 che Tel Aviv semplicemente NON HA. Da qui l’abbaiare frenetico di Netanyahu: semplicemente, orma più di prima, non ci sarà alcun attacco.

    • forse farebbe meglio a informasi MOLTO meglio. La Siria ha gli S-300 da diverso tempo (anche ora, quelli che gli sono rimasti) ed è stata una delle prime ad averli.

      • Il che è strano, visto che gli analisti militari del Jerusalem Post sembrano pensarla diversamente arrivando a sostenere che un attacco alle centrali iraniane (che non ci sarà) sarebbe difficile e rischioso perfino per gli USA usando gli f22 e i b2.

        • “analisti del JP”? Il mondo è bello per questo, gli analisti ce ne sono di tutti i tipi

    • Più che manie di grandezza, credo si tratti di necessità di proteggersi da chi li vorrebbe sterminare. Penso che nessuno si diverta a vivere perennemente in stato di allerta.

Comments are closed.

back to top