Franco Londei

Politicamente non schierato. Sostengo chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia

Post navigation

1 Comment

  • Obama resta sempre quello che ha detto a proposito dell’area mediorientale “We don’t have a strategy”. e così sul dossier Iran. Piuttosto una “non-strategia” confusa, che da una parte sottoscrive accordi con l’Iran che finanzia gli Helzbollah libanesi e Hamas palestinese in funzione anti Israele, dall’altra invia sostegni all’ Egitto e Arabia Saudita che combattono i filo iraniani in Yemen cercando di non lasciare l’iniziativa contro l’Isis a Teheran. Come ben hanno detto nei giorni scorsi esperti dell’ intelligence israeliana, basterebbero poche settimane e con forze armate limitate a spazzare via i terroristi islamici del Califfato, se solo Europa e Usa prendessero sul serio la minaccia jiadhista non lasciando soli i Curdi-che chiedono aiuti ad Europa e Usa-a combattere l’Isis difendendo le comunità non solo mussulmane ma anche quelle cristiane e yazhide perseguitate dal Califfo, e limitando il potere militare dei Pasdaran iraniani che in Iraq, Libia e Yemen stanno decimando le milizie dell’Isis. Insomma l’atteggiamento di Obama lo vedo più come un rischio che come una sicurezza, che Israele stessa deve prendere con le molle e diffidare delle assicurazioni obamiane in questo momento.

Comments are closed.

back to top