Una cosa va detta: solo la baronessa Catherine Ashton può pensare di poter riprendere i colloqui con gli Ayatollah sul loro programma nucleare. Anzi, probabilmente non ci pensa neppure lei solo che il suo antisemitismo è talmente acceso che godrebbe infinitamente se i macellai iraniani si dotassero di armi in grado di cancellare Israele.

In questi giorni si sta leggendo di tutto su internet. In un commento scritto su un patetico articolo di Joseph Zarlingo un lettore dice testualmente: «scusate altri paesi già detengono le armi nucleari ,perché l’Iran che è da sempre minacciata dall’america e dagli Israeliani  di distruzione  da quando si è distaccata dall’America per creare una nazione indipendente? NON PUO AVERLA PER DIFESA PERSONALE?» Ecco siamo di fronte al delirio più totale, in primo luogo perché USA e Israele non hanno mai minacciato l’Iran che al contrario minaccia di cancellare Israele un giorno si e l’altro pure. In secondo luogo perché l’Iran non è mai stata attaccata da nessuno (tranne che da Saddam Hussein) nonostante sia palesemente uno dei maggiori sponsor del terrorismo internazionale. Cosa c’entra “l’autodifesa”? E’ possibile invece che venga usata come “arma di offesa” altro che difesa.

E poi cosa vogliamo dire del fatto che l’Iran è comandata da un gruppo di assassini seriali che nel nome di Allah godono a massacrare il proprio popolo? Vogliamo dargli anche una bella bomba atomica? Quanto ci penserebbero a lanciare una bomba atomica su Israele o sull’altro nemico storico che poi sarebbe l’Arabia Saudita? Meno di un secondo.

E’ vero, altri Paesi hanno le armi atomiche ma nessuno di loro (nemmeno il Pakistan o la Corea del Nord) è paragonabile agli Ayatollah per crudeltà e fanatismo. Tanto vale dare una bomba atomica anche ad Al Qaeda.

E allora finiamola con queste cavolate che l’Iran a diritto di dotarsi di armi nucleari, che l’Iran è minacciato da USA e Israele, che l’Iran è un paese pacifico ecc. ecc. E’ l’Iran a minacciare Israele e non il contrario, sono gli Ayatollah a massacrare il proprio popolo e a dimostrare ogni giorno la loro crudeltà assassina, è l’Iran che finanzia i maggiori gruppi terroristici del pianeta, da Hamas a Hezbollah passando, probabilmente, per Al Qaeda. C’è un movimento in Italia e in Europa, supportato da un certo tipo di stampa sinistra, che tende a “giustificare” l’Iran inventandosi improbabili minacce o adducendo a giustificazioni che non hanno senso. E’ ora di finirla e di parlare chiaro una volta per tutte. L’Iran va fermata con ogni mezzo possibile, anche con una guerra se fosse necessario, perché meglio una guerra oggi che un olocausto domani.

Sharon Levi