Blog Opinioni

Se critico la Kyenge e la Boldrini mi arrestate? Un pensiero alle stragi dei barconi

Lug 30, 2013

Se critico la Kyenge e la Boldrini mi arrestate? Un pensiero alle stragi dei barconi

174 Condivisioni

kyenge-boldrini

Torno malvolentieri su questo argomento, ma l’evolversi della situazione richiede un richiamo. Premesso che ogni atto di razzismo vada condannato e contrastato con ogni mezzo, posso o no criticare le signore Kyenge e Boldrini oppure se lo faccio vengo arrestato, oscurato, torturato ed esposto alla pubblica gogna?

No perché sembra che se uno non è d’accordo con le assurde idee delle due signore si ritrova subito l’etichetta di razzista e quasi certamente una denuncia (se non la Digos in casa).

L’ho già detto, sono contrarissimo agli attacchi razzisti contro la Kyenge, sono contrario a qualsiasi forma di razzismo. Tuttavia sono anche contrario al sistema usato dalla stessa Kyenge spalleggiata dalla Boldrini (mi sembra di rivedere le vispe terese di irachena memoria) volto a strumentalizzare a suo favore le contestazioni di pochi imbecilli e costringere la maggioranza degli italiani a digerire le loro assurde idee di assistenzialismo globale (prego leggere attentamente questo articolo per capire come la penso a riguardo).

E allora lo ribadisco: le idee delle due novelle vispe terese non fanno altro che favorire le illusioni di decine di migliaia di poveri disgraziati e nello stesso tempo favoriscono i mercanti di esseri umani che non aspettano altro che una valida scusa per convincere quei poveri disgraziati a salire su un barcone malandato e a partire per l’Italia. Poco importa se poi ci lasciano la pelle. Una mail di un signore che ha scritto a Rights Reporter e che ho potuto leggere si chiedeva: sulla coscienza di chi questi Africani affogati? E poi giustamente scriveva:

i cittadini italiani non si assumono alcuna responsabilità per  gli ennesimi Africani affogati nel Canale di Sicilia. Quei morti siano sulla coscienza degli “Alti” fautori dell'”accoglienza”, di quei partiti e di quei politici, come la Kyenge del PD e la Laura Boldrini di SEL, che con i loro proclami farisaici continuano a spingere i più poveri verso l’illusione del nostro benessere. Se fuggono dall’Africa lo addebitiamo pure a chi ha voluto chiudere l’era coloniale, mettendo popolazioni intere in mano a politici africani inetti e incompetenti, quando non si dimostrano ladri e criminali, solo per permettere a governi occidentali e orientali di continuare a derubare l’Africa delle sue ricchezze minerarie e delle sue terre più produttive.

Il signore, di cui non dico il nome senza esserne autorizzato, focalizza un problema che queste due burocrati dell’accoglienza sembrano ignorare completamente, quello dell’illusione dell’accoglienza e della cittadinanza facile che spinge centinaia di disperati a salire su quei gommoni della morte.

E allora chiediamoci anche noi: di chi è la responsabilità di tutte quelle morti? Chi ha la responsabilità remota di questa assurda campagna che spinge migliaia di disperati a dirigersi con ogni mezzo verso le coste italiane? Fatevi due conti e tirate le somme.

174 Condivisioni

Politicamente non schierato. Voto chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia
3 Comments
  1. Alessandro
    E anche l'Europa inzia a preoccuparsi http://www.dailymail.co.uk/news/article-2003537/2-500-illegal-immigrants-week-North-Africa-flooding-Europe-Italy.html
  2. Marisa
    Io per esempio questo non lo sapevo: Una donna immigrata irregolare che è incinta non può essere espulsa dall 'Italia. Infatti nel momento in cui rimane incinta, si acquisisce il diritto al rilascio del permesso di soggiorno per motivi medici (permesso di soggiorno per cure MEDICHE). La fonte: http://www.africa-news.eu/legal-section/legal-guide-italy/5182-how-to-regularize-your-stay-in-italy-if-you-are-pregnant.html
  3. Gastone
    Dare ospitalita' ad un viandante e' un dovere, oltre che un piacere. Dare ospitalita' a due viandanti e' un dovere. Dare ospitalita' a tre viandanti...Si puo' fare!! Dare ospitalita' a quattro viandanti...Incomincia a rompere le palle. Dare ospitalita' a cinque viandanti...Si pensa alle regole dell'ospitalita'. Dare ospitalita' a sei viandanti...Si vorrebbe cambiare le regole dell'ospitalita'. Dare ospitalita' a sette viandanti...Si diventa cafoni. Dare ospitalita' ad otto viandanti...Si diventa atei. Dare ospitalita' a nove viandanti...Ecc. ecc.-

Comments are closed.