Premetto che sollevai dubbi su Federica Mogherini sin dalla sua nomina a Ministro degli Esteri, quindi in tempi non sospetti. Ciò premesso, mi angoscia non poco constare che la sig.ra Mogherini è andata oltre ogni più rosea aspettativa e si è mostrata veramente per quello che è, la degna erede di quella Catherine Ashton che tanti danni a fatto (solo Obama è riuscito a superarla).

In questi giorni la sig.ra Mogherini è in visita in Israele e nei territori arabi in qualità di Alto Rappresentante della Politica Estera Europea e francamente non mi attendevo più di tanto da questa visita. Però qualche cosina si. Perlomeno mi aspettavo che la sig.ra Mogherini fosse andata a Gaza e avesse chiesto ai signori di Hamas come mai avevano usato i soldi degli aiuti umanitari, molti dei quali europei, per costruire i tunnel del terrore invece di costruirci scuole e ospedali o magari il famoso desalinizzatore più volte finanziato. Mi sarei aspettato che avesse ripreso i vertici di Hamas per aver continuamente lanciato missili su Israele, fatto questo che ha provocato la recente guerra e messo in strada un sacco di gente di Gaza. Guardate, non dico nemmeno che li doveva condannare (non mi aspetto una cosa così ovvia), ma almeno riprenderli si.

Invece cosa ti combina la sig.ra Mogherini? Fa di tutto per sdoganare i terroristi e farli passare per un movimento politico con cui parlare. La cosa a dire il vero non è nuova, specie per la sig.ra Mogherini. Fece la stessa cosa con gli Hezbollah arrivando a definirli “resistenza”.

Speravo, lo speravo veramente, che la Mogherini avesse le palle, che avesse preso il problema per le corna e che lo avesse affrontato. E siccome, salvo i cretini, tutti sanno che il problema si chiama Hamas, speravo che la sig.ra Mogherini avesse affrontato i terroristi a viso aperto. Vana speranza. Mi diventa pure loro complice.

Allora, fatto salvo il dovere di accoglienza che non si nega a nessuno, spero che Israele voglia tenere alla larga questa signora che ha sostituito la baronessa inglese. Di questa c’è davvero di che avere paura. Almeno la Ashton aveva un proprio tornaconto, questa invece è figlia di una ideologia sanguinaria che porta avanti con estrema dedizione. Davvero pericolosa.