Senza categoria

Israele: è massima allerta per possibili attentati di origine iraniana

L’allerta attentati è ai massimi livelli in tutte le sedi diplomatiche israeliane. Non sono passate inosservate e non vengono sottovalutate le minacce lanciate dall’Iran su possibili ritorsioni ai danni di cittadini israeliani per l’attentato che qualche giorno da ha ucciso Mostafa Ahmadi-Roshan, attentato che le autorità di Teheran atribuiscono al MOSSAD.

Ieri la polizia tailandese ha sventato un attentato organizzato da uomini di Hezbollah che mirava a colpire la sede diplomatica di Israele a Bangkok. I servizi tailandesi hanno arrestato un uomo di origine libanese legato ad Hezbollah e ne stanno ricercando un altro di cui hanno diffuso un identikit. I due volevano colpire le auto diplomatiche israeliane, alcune sinagoghe in Tailandia e i luoghi turistici meta dei cittadini israeliani. Ieri le autorità israeliane hanno sconsigliato ai cittadini israeliani di fare viaggi in Tailandia affermando che c’è una “minaccia credibile” di attentati.

Ma l’attenzione resta alta in tutto il mondo. Hezbollah, longa mano dei servizi segreti iraniani, ha sedi e interessi in tutto il globo e potrebbe colpire ovunque. Con molta discrezione ieri le autorità di Gerusalemme hanno allertato le loro sedi diplomatiche e messo sotto stretto controllo il “personale sensibile”.

E’ massima allerta anche lungo il confine con l’Egitto. Si temono infiltrazioni terroristiche dal Sinai. Proprio in questi giorni infatti Israele e Autorità Nazionale Palestinese si incontrano ad Amman, in Giordania, per trovare una soluzione che faccia decollare di nuovo le trattative di pace. Solitamente i terroristi palestinesi colpiscono proprio in questi momenti allo scopo di far deragliare qualsiasi ipotesi di accordo.

Secondo alcune fonti, un meeting per discutere di tutti questi aspetti e per pianificare contromisure allo scopo di prevenire attentati terroristici è previsto per oggi a Tel Aviv tra i responsabili della sicurezza di diverse dipendenze diplomatiche israeliane.

Sarah F.