Se il Presidente eletto, Joe Biden, riattiverà l’accordo sul nucleare iraniano, JCPOA, Israele sarà costretto ad attaccare l’Iran perché vorrà dire che è rimasto nuovamente da solo contro Teheran e che gli Ayatollah politicamente hanno vinto.

Parole e musica di Benjamin Netanyahu, anche se pronunciate da Tzachi Hanegbi, potentissimo membro del Likud e notoriamente vicinissimo al Premier israeliano.

«Se il governo degli Stati Uniti riattivasse l’accordo sul nucleare iraniano – e questa sembra essere la politica dichiarata al momento – il risultato pratico sarà che Israele sarà di nuovo solo contro l’Iran e che alla fine Teheran avrà ricevuto il via libera dal mondo, compresi gli Stati Uniti, per continuare con il suo programma di armi nucleari» ha detto Tzachi Hanegbi in un’intervista a Kan news.

Questo ovviamente non lo permetteremo

«Questo ovviamente non lo permetteremo. Abbiamo già fatto due volte ciò che doveva essere fatto, nel 1981 contro il programma nucleare iracheno e nel 2007 contro il programma nucleare siriano» ha poi concluso Hanegbi.

Mentre gli Ayatollah hanno annunciato la ripresa dell’arricchimento dell’uranio al 20%, il che tecnicamente vuol dire essere nella posizione di poter arricchire con estrema facilità quell’uranio fino al 90%, il capo di stato maggiore dell’IDF, Aviv Kohavi, ha chiesto ai suoi esperti tre proposte alternative per far deragliare il programma nucleare iraniano.

La notizia è stata diffusa ieri da Israel Hayom e non è stata smentita da nessuno. Detto in parole povere, Israele lavora a un piano per “sotterrare” il programma nucleare iraniano, un piano da poter portare avanti da soli, quindi più complicato.

E, se le cose non cambiano, la prospettiva di un attacco israeliano alle centrali nucleari iraniane si fa sempre più concreta visto che ancora pochi giorni fa il Presidente eletto, Joe Biden, ha confermato che se l’Iran tornerà entro i parametri previsti dal JCPOA gli Stati Uniti rientreranno nell’accordo e toglieranno le stringenti sanzioni contro Teheran.

Qualche tempo fa mi azzardai a dire che Biden non avrebbe potuto rientrare nel JCPOA nemmeno se avesse voluto. Beh, mi sbagliavo. A giudicare dall’impegno nel piegarsi alla parte radicale del suo partito, Biden non ci metterà niente a vendersi agli Ayatollah.

Israele è di nuovo solo contro l’Iran e probabilmente contro altri nemici. Ce ne dovremo fare una ragione, ma sono curioso di sentire cosa dirà questa gente quando voleranno le prime bombe.

Author

Politicamente non schierato. Voto chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia